Fotogallery Menu

Seguimi su Facebook

La mia attività al Senato

Senato.it - Monica CIRINNA' - XVII Legislatura
Attività svolta nel corso della legislatura
Senato.it - Monica CIRINNA' - XVII Legislatura

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter. Inserisci i tuoi dati prestando attenzione all'indirizzo di posta
Home
Aborto - Senatori Pd: Serve legge per concorsi riservati a medici non obiettori PDF E-mail
Sala Stampa - News e Comunicati Stampa

Zingaretti ha aperto una strada giusta, i diritti non possono restare inapplicati. Presenteremo ddl

“Il governatore del Lazio Zingaretti e il direttore generale dell’ospedale San Camillo di Roma hanno percorso la strada più giusta per riconoscere diritti sanciti da una legge dello Stato: quelli delle donne alla tutela della salute e ad avere accesso all’interruzione volontaria di gravidanza. La legge sull’obiezione di coscienza non è in discussione e viene ampiamente attuata, tanto è vero che in Italia 7 medici su 10 sono obiettori. Prevedere una riserva concorsuale non significa operare una discriminazione, ma dare piena attuazione alla legge 194, attraverso una procedura per assumere le persone giuste al posto giusto, come avviene normalmente in altri settori. E’ da un anno che diciamo che serve una legge nazionale per disciplinare concorsi come quello bandito al San Camillo. Abbiamo già pronto un disegno di legge per regolamentare la riserva concorsuale per i medici non obiettori. Abbiamo intenzione di presentarlo al più presto e di chiederne la rapida calendarizzazione”. Lo dicono i senatori del Pd Monica Cirinnà, Sergio Lo giudice e Beppe Lumia, componenti della Commissione Giustizia, che aggiungono: “chi si oppone dovrebbe lavorare per attuare la legge 194 in tutti i suoi aspetti, comprese le politiche di prevenzione dell’aborto e per una gravidanza consapevole. Con la salute delle donne non si scherza e un diritto non può essere riconosciuto solo sulla carta, ma non nei fatti”.

http://www.senatoripd.it/giustizia/senatori-pd-serve-legge-concorsi-riservati-medici-non-obiettori/

 
Lunedì 27 Febbraio: Unioni civili e convivenze - Rimini PDF E-mail
L'attività Istituzionale - Senato della Repubblica

Unioni civili e convivenze: la disciplina dei decreti attuativi ed aspetti previdenziali e pensionistici forensi. La funzione dell’avvocatura

Presenta

DOTT. ROSSELLA TALIA - già Presidente del Tribunale di Rimini 

Introduce e modera 

Avv. CHRISTIAN GUIDI - Vice Presidente A.I.G.A. Rimini

 

Relatori

SEN. DOTT.SSA MONICA CIRINNÀ - Senatrice della Repubblica Italiana

DOTT. MARCO GATTUSO - Giudice presso il Tribunale di Bologna

Avv. GIANNI FRISONI - Vice Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Rimini

Avv. ANDREA GUIDI - Avvocato del Foro di Rimini

Leggi tutto...
 
UNAR: Cirinna', rivedere subito requisiti albo per associazioni PDF E-mail
Sala Stampa - News e Comunicati Stampa

 "Quanto emerso in questi giorni in merito all'operato di un'associazione attualmente iscritta nel registro dell'Unar impone un'attenta riflessione su metodi e procedure per mettere in condizione l'ente di continuare a svolgere al meglio il suo prezioso lavoro". Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà 

"Visto che da ieri l'assegnazione dei finanziamenti dei progetti del bando Unar è sospesa - aggiunge -  chiedo alla ministra Boschi di rivedere immediatamente i criteri e i requisiti ai quali devono corrispondere le associazioni per poter essere iscritte all'albo dell'Unar. Il decreto legislativo che lo regola, infatti, è datato 2003 e necessita, evidentemente, di essere aggiornato con norme più precise e stringenti così da poter procedere a una nuova attenta verifica di tutte le associazioni iscritte" 
" E' questa la strada - conclude Cirinnà - per tutelare il prezioso lavoro dell'Unar che deve continuare a combattere contro tutte le discriminazioni, e garantire che l'eventuale assegnazione di finanziamenti avvenga a favore di associazioni che operano in piena legalità e trasparenza".

 
Pd: appello delle donne all'unita' del partito PDF E-mail
L'Impegno Politico - Partito Democratico

 

"Siamo donne del Pd e assistiamo sgomente al rischio di dispersione di un patrimonio costruito faticosamente in tanti anni di battaglie, di idee condivise, di sacrifici.
Il passato ci ha insegnato che le divisioni interne hanno sempre portato allo smarrimento dei nostri valori e a pesanti sconfitte, al contrario, i risultati migliori sono arrivati quando abbiamo trovato la forza di dare vita a grandi aggregazioni in grado di mostrare al paese e agli elettori la nostra forza propositiva per la società italiana. Del resto solo un Partito Democratico unito e forte rappresenta lo spazio per continuare il cammino di battaglie e conquiste della libertà femminile.
Ci appelliamo al buon senso e alla responsabilità di tutti, a partire dai leader, per trovare un punto di incontro che vada oltre personalismi e interessi di parte.
Chiediamo alle donne e agli uomini del Pd, ai suoi simpatizzanti, al suo popolo di farsi sentire per rilanciare lo spirito costitutivo del Partito Democratico. Il futuro del PD è anche nelle nostre mani. Viva il Partito Democratico, viva l'Italia".

Leggi tutto...
 
Senatrici Pd: Votiamo la fiducia ma profondo disagio su sperimentazione animale PDF E-mail
Sala Stampa - News e Comunicati Stampa

“Il voto di fiducia al decreto Milleproroghe è da parte nostra scontato. Il testo contiene proroghe molto importanti che coinvolgono direttamente cittadini, imprese ed enti locali. Resta però il profondo disagio per come ancora una volta il Senato abbia affrontato il tema della sperimentazione su ratti e topi dimostrandosi distante dal sentimento della stragrande maggioranza degli italiani che da tempo si dichiarano contrari alla vivisezione”. Lo scrivono in una nota le senatrici del Pd Silvana Amati, Monica Cirinnà, Manuela Granaiola e Daniela Valentini.

Leggi tutto...
 
Pd: donne partito e istituzioni scrivono a Renzi e Bersani, restiamo uniti PDF E-mail
Sala Stampa - News e Comunicati Stampa

(AdnKronos) - "L'unica vittoria che dobbiamo portare a casa riguarda il nostro Paese. Lo sapete anche voi che non è la divisione che serve a costruire. Abbiamo bisogno del contrario: più condivisione, più confronto, più intesa, più fratellanza, più vicinanza", aggiungono nella lettera. "Noi possiamo decidere il corso della storia dei prossimi anni. A partire dall'Italia, dall'Europa, dal partito democratico. La nostra responsabilità si gioca ora, in questi giorni, in queste settimane. Le nostre scelte non possono che essere coerenti con le attese della politica globale. Abbiamo nelle nostre mani, come settant'anni fa, il destino della democrazia. Tutto ci chiede di unire le nostre energie per affrontare la prova che ci attende. Dipende da noi il nostro futuro e quello delle giovani generazioni. Noi ci siamo, insieme tutto è possibile. Divisi muore la speranza. Questa è la politica che noi vogliamo", conclude la lettera. A firmarla Sandra Zampa, Albertina Soliani, Flavia Piccoli Nardelli, Veronica Tentori, Franca Chiaromonte, Rosa Villecco Calipari, Giancarla Codrignani, Anna Maria Carloni, Maria Carla Rocca, Teresa Marzocchi, Grazia Rocchi, Donata Lenzi, Irene Deval, Susanna Cenni, Marilena Fabbri, Paola Boldrini, Alessandra Terrrosi, Vanna Iori, Marietta Tidei, Vittoria D'Incecco, Daniela Sbrollini, Maria Iacono, Teresa Piccione, Maria Luisa Gnecchi, Monica CIrinnà, Stella Bianchi e Marta Gellini. (Pol-Sai/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 15-FEB-17 18:31 NNNN

 
Con le unioni civili è appena iniziato il cammino verso l’uguaglianza PDF E-mail
Sala Stampa - Rassegna stampa unioni civili

L’11 febbraio sono entrati in vigore i tre decreti attuativi della legge sulle Unioni Civili, pubblicati in Gazzetta ufficiale dopo la recente approvazione da parte del Consiglio dei Ministri. Si chiude così, a tutti gli effetti, un percorso lungo, faticoso, iniziato ormai tre anni fa in Commissione Giustizia, e poi in aula prima al Senato e successivamente alla Camera, dove la Legge 76/2016 è stata approvata l’11 maggio dello scorso anno. Un percorso politico collettivo, ma anche personale, che riguarda me, come donna e come persona che fa politica per passione.

Ho avuto il privilegio di poter lottare per cambiare e migliorare la vita di centinaia di migliaia di cittadini fino a ieri invisibili e senza diritti. Un lungo iter parlamentare che riguarda l’Italia, un Paese che aveva necessità e desiderio di cambiare, di innovarsi, di cominciare a diventare più giusto, specialmente con quei cittadini lgbt che gridavano ormai da trent’anni che loro esistevano, che esistevano le loro vite, le loro famiglie i loro amori. Cittadini che non avrebbero più sopportato, di essere ignorati e discriminati dell’ordinamento giuridico che per troppi anni li aveva esclusi da tutti i diritti civili e sociali.

Leggi tutto...
 
Femminicidio: Cirinna', staffetta prosegue, donne continuano a morire PDF E-mail
L'attività Istituzionale - Senato della Repubblica

"Non bisogna abituarsi, non si può considerare una semplice notizia di cronaca l'ennesima violenza sulle donne. Violenze che continuano a susseguirsi: dall'inizio dell'anno infatti sono state uccise già 6 donne per mano dell'uomo che amavano. Ma sono solo i casi più clamorosi, quelli a finire sui giornali. Poi ci sono tutti quelli nascosti, non denunciati, sopportati silenziosamente dalle donne. Per denunciare tutto questo e perchè il governo riassegni  la delega alle Pari Opportunità e dia piena e accurata attuazione del piano contro la violenza prosegue la maratona delle parlamentari nell'aula di Camera e Senato. Perchè non cali il silenzio, perchè le donne continuano a morire". Lo ha dichiarato la senatrice del Pd Monica Cirinnà intervenendo in Aula a palazzo Madama."

 
Nozze gay. Lo Giudice e Cirinnà (PD): la Cassazione conferma trascrizione matrimonio estero tra due donne francesi. Lotta per uguaglianza continua. PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> Unioni Civili

Leggi tutto..."È stata resa nota oggi la sentenza della Corte di Cassazione che ha confermato la decisione della Corte d'Appello di Napoli che ha ordinato la trascrizione del matrimonio francese tra la cofondatrice dell'associazione Famiglie Arcobaleno Giuseppina La Delfa e sua moglie Raphaelle Hoedts. Grande soddisfazione quindi per il primo matrimonio same sex della storia riconosciuto in Italia. Un precedente importante per la lotta per l'uguaglianza e la libertà di movimento delle persone nell'UE. Grazie come sempre alle coppie e ai legali, in questo caso l'avvocato Alexander Schuster, che continuano ad alimentare la battaglia per la piena uguaglianza con la loro intraprendenza e la loro visibilità"

Così il senatore Sergio Lo Giudice e la senatrice Monica Cirinnà del Partito Democratico.

Leggi tutto...
 
Decreti unioni civili PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> Unioni Civili

DECRETO LEGISLATIVO 19 gennaio 2017, n. 5 

Adeguamento delle disposizioni dell'ordinamento dello stato civile in materia di iscrizioni, trascrizioni e annotazioni, nonche' modificazioni ed integrazioni normative per la regolamentazione delle unioni civili, ai sensi dell'articolo 1, comma 28, lettere a) e c), della legge 20 maggio 2016, n. 76. (17G00011) (GU Serie Generale n.22 del 27-1-2017)

Clicca qui per leggere il decreto

DECRETO LEGISLATIVO 19 gennaio 2017, n. 6  

Modificazioni ed integrazioni normative in materia penale per il necessario coordinamento con la disciplina delle unioni civili, ai sensi dell'articolo 1, comma 28, lettera c), della legge 20 maggio 2016, n. 76. (17G00012) (GU Serie Generale n.22 del 27-1-2017)

Clicca qui per leggere il decreto

DECRETO LEGISLATIVO 19 gennaio 2017, n. 7

Modifiche e riordino delle norme di diritto internazionale privato per la regolamentazione delle unioni civili, ai sensi dell'articolo 1, comma 28, lettera b), della legge 20 maggio 2016, n. 76. (17G00013) (GU Serie Generale n.22 del 27-1-2017)

Clicca qui per leggere il decreto

 

Entrata in vigore dei provvedimenti: 11/02/2017

 
Anno giudiziario: Cirinna', da Canzio grande saggezza giuridica PDF E-mail
Sala Stampa - News e Comunicati Stampa

Parole alte su unioni civili, tutela dei minori e diritti della persona. Parlamento faccia sua parte 

“Le osservazioni del presidente della Corte di Cassazione Giovanni Canzio sui diritti fondamentali della persona sono parole alte e di grande saggezza giuridica. La questione della genitorialit à e della tutela dei minori è di primaria importanza e riguarda direttamente la vita di tante coppie e famiglie. Riguardo la legge sulle unioni civili approvata dal Parlamento è universalmente noto che il testo, fino a poco prima della votazione finale, conteneva anche norme che regolavano la possibilità di adozione del figlio del partner, ma l'improvvisa marcia indietro di M5S ha prodotto un altro esito. E' necessario che il Parlamento faccia il suo lavoro di legislatore, tutto, fino in fondo,  e non lasci alla via giurisdizionale il compito di coprire lacune normative. ". Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà 

 
Unioni civili: senatrici Pd, dolore per scomparsa di Franco PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> Unioni Civili

Ma ha potuto coronare il suo sogno d'amore e felicità

“Apprendiamo con commozione la scomparsa di Franco e ci stringiamo al dolore del suo marito Gianni e di tutti i familiari. L'unione civile, la prima nella città di Torino, che aveva finalmente sancito il loro amore lungo 52 anni è stato per tutti un momento di grande emozione, ora, sapendo che Franco ci ha lasciato rimane per noi legislatori la consapevolezza di essere riusciti ad assicurare felicità ad una coppia che attendeva da una vita di vedere riconosciuti i propri diritti". Lo dichiarano le senatrici del Pd Monica Cirinnà e Madga Zanoni

 

 
Repubblica.it: Unioni civili, Cirinnà: "Partire dalla cultura per eliminare discriminazioni" PDF E-mail
Sala Stampa - Rassegna stampa unioni civili

"Dopo l'approvazione della legge sulle unioni civili in Parlamento e dopo l'emanazione dei decreti attuativi la politica non ha ormai più nulla da fare per affermare i diritti delle persone lgbt e per portare l'uguaglianza in questo Paese. La prossima tappa è senza dubbio l'approvazione del matrimonio ugualitario, ma per arrivarci abbiamo bisogno di una rivoluzione culturare". Così Monica Cirinnà a margine della presentazione del libro di Eugenia Romanelli, 'La donna senza nome'. "Abbiamo bisogno - continua - di tutti coloro che agiscono nel mondo della cultura, abbiamo bisogno di far capire alle persone che dove si integra e dove arriva l'uguaglianza non c'è più discriminazione"

(video di Cristina Pantaleoni)

 
Su Muratella e altre menzogne PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> per gli Animali

In tanti mi state scrivendo per avere chiarimenti su ciò che sta accadendo al canile comunale di Muratella a Roma .

È necessaria una premessa, per chi conosce il mio precedente lavoro al comune di Roma e per chi non ne sa nulla.

Il mio incarico di consigliera delegata ai diritti degli animali è terminato nel maggio del 2008 quando è diventato Sindaco di Roma Gianni Alemanno.

All'inizio del 2008 l'allora dirigente dell'ufficio diritti degli animali , in accordo con l'allora segretario generale, diede vita ad una procedura di interesse pubblico per la gestione dei canili comunali, quindi non solo di Muratella.

Resto fermamente convinta che i canili vadano gestiti da soggetti di volontariato, non interessati al lucro, ma solo al riconoscimento delle giuste spese per i lavoratori e per cibo e medicine per gli animali.

Leggi tutto...
 
Sky: rinnà: Tutelare realtà produttiva d’avanguardia a Roma PDF E-mail
Sala Stampa - News e Comunicati Stampa

“Bene ha fatto il ministro dello Sviluppo Calenda a convocare in tempi brevissimi un tavolo sulla vertenza Sky. Ci troviamo di fronte ad una decisione che riguarda il principale gruppo televisivo privato, coinvolge centinaia di lavoratori e il futuro occupazionale di importanti aree produttive. E’ necessario quanto prima sciogliere i nodi che sono intorno a questa scelta di politica industriale che, così come proposta, colpirebbe in modo pesante la vita di tanti lavoratori dell’azienda e impoverirebbe la città di Roma di una realtà produttiva all’avanguardia anche dal punto di vista tecnologico”. Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà.
http://www.senatoripd.it/stampa/cirinna-tutelare-realta-produttiva-davanguardia-roma/

 
LETTERA APERTA A MARIO AJELLO, "IL MESSAGGERO" PDF E-mail
Social Network - Facebook

Gentile Mario Ajello,

scelgo questo luogo "virtuale" per rispondere con molta tranquillità e pacatezza alla Sua nota odierna su "Il Messaggero" dal titolo "L'effetto boomerang si chiama Cirinnà". Mi viene in mente un proverbio che dice "boomerang e cattiverie tornano sempre indietro", ma non è certo con la stessa cattiveria che Lei ha usato verso di me che interloquirò.

In apertura della sua nota, dopo la citazione di Arbasino, Lei mi definisce "più esperta di animalismo". Le chiedo: tale attività è risibile e, per una parlamentare, denigratoria e dequalificante? Rifletto sul fatto che occuparsi dei diritti degli animali vuol dire dare voce a chi non può farlo da solo e dare speranza di benessere e di vita ad esseri viventi che ti possono ricambiare solo con amore, non con voti o vantaggi.

Forse per questo siamo in pochi ad occuparcene, e comunque, a mio umile parere, anche questi temi entrano con pari dignità nel dibattito giuridico-politico.

Il grande Enrico Berlinguer diceva "la verità è rivoluzionaria" e, quindi - per onor di verità - va detto, in risposta al Suo "ha scatenato l'avvocato Monello" che il ricorso a firma di questo avvocato è stato presentato nel luglio del 2016, mentre io ne sono venuta a conoscenza - e di conseguenza ho conosciuto anche l'avvocato Monello - solo nel dicembre 2016. Le chiedo: come si fa a scatenare una persona che non si conosce? Ciò non toglie che, appunto dallo scorso dicembre, ho scelto di sostenere con attività politica e mediatica questa azione legale, per me pienamente legittima e meritoria.

Nelle Sue righe si legge che per imperizia si è puntato sull'ineleggibilità piuttosto che sulla nullità del contratto. Questo mi stupisce. Non serve la mia laurea in giurisprudenza per sapere che la legittimazione ad agire in giudizio per chiedere soltanto la nullità del contratto può essere riconosciuta solo ad un appartenente a M5S, mentre la richiesta di valutare l'ineleggibilità causata dalla sottomissione al codice etico era una strada perseguibile da qualsiasi cittadino elettore. E in quanto tale ha agito l'avvocato Monello.

Leggi tutto...
 
Unioni civili: Cirinna’, chiariti tutti i punti critici, completato iter attuazione legge PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> Unioni Civili

Leggi tutto...“Con l’approvazione dei decreti attuativi sulle unioni civili si completa il percorso normativo e ordinamentale della legge. Vengono così chiariti tutti i punti critici che sono emersi in fase di attuazione fissando principi e pratiche inderogabili, rispondendo, tra l’altro, pienamente alla disciplina prevista dalla legge Ue in base alla sentenza della Corte dei diritti dell’uomo del 21 luglio 2015”. Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà.

“I decreti chiariscono infatti – spiega – che, come per il matrimonio anche l’unione civile può essere celebrata in pericolo di vita in nave o in aereo. Si afferma poi che il matrimonio contratto all’estero da persone dello stesso sesso produce in Italia gli effetti dell’unione civile. E che questo questo vale solo per i cittadini italiani mentre per lo straniero continua a valere la legge del suo Stato, in ossequio ai principi del diritto internazionale privato”.

Leggi tutto...
 
2016: CIRINNA', LA SENATRICE PD FIRMA LA STORICA LEGGE SULLE UNIONI CIVILI/I PROTAGONISTI PDF E-mail
Sala Stampa - News e Comunicati Stampa

Alla sua prima legislatura al Senato ha impresso una svolta al diritto di famiglia in Italia Roma, 28 dic. (AdnKronos) -

Trent'anni di proposte, dibattiti, scontri ideologici attorno alla nozione di famiglia, alle scelte affettive individuali, ai diritti delle coppie gay. In un'Italia che sembrava eternamente in mezzo al guado, tra spinta innovativa e resistenza al cambiamento, alla fine, il 21 maggio di quest'anno, sulla 'Gazzetta ufficiale' veniva pubblicata la legge sulle unioni civili fra persone dello stesso sesso.
A riuscire là dove avevano mancato il bersaglio non pochi politici pur combattivi -da Nichi Vendola a Rosi Bindi, da Franco Grillini ad Alfonso Pecoraro Scanio (e vi fu anche una proposta di Alessandra Mussolini)- è stata Monica Cirinnà, senatrice del Partito democratico alla prima legislatura, ma con un lungo passato da consigliera comunale a Roma nell'era Rutelli-Veltroni. 
Animalista convinta, vegetariana senza se e senza ma (al punto da arrivare ad associare, in un'intervista radiofonica, al cannibalismo chi si nutre di carne o di pesce), classe 1963, romana, un passato di avvocatessa e ora "imprenditrice agricola" (come recita la scheda di palazzo Madama), Cirinnà ha seguito passo passo il ddl sulle unioni civili, accompagnandolo in porto tra mille difficoltà.
 Per la legge che porta il suo c'e' chi le da' anche la colpa del terremoto (AdnKronos) - A parte l'ositilità dell'opposizione di centrodestra, Cirinnà se l'è dovuta vedere con la riluttanza degli alleati Ncd e con le perplessità dei cattolici del Pd. Un vortice tortuoso e sfibrante di trattative e mediazioni forse non sempre nelle corde di una senatrice dalle convinzioni forti, dal quale però è riuscita ad emergere vittoriosa. Certo, sul terreno ha dovuto lasciare la stepchild adoption, ma grazie anche alla determinazione del governo Renzi che pose la fiducia sul maxi emendamento che recepiva il ddl, è lei che mette la firma ad una legge che è già passata alla storia. Un suggello non di poco conto ad una vita spesa, anche lungo i cinque mandati fra i banchi del consiglio comunale della capitale, per i diritti civili, a difesa delle donne, dell'ambiente e degli animali.
Ora la partita si gioca sui tempi per avere i decreti attuativi previsti dal ddl, e che le prospettive di breve durata del nuovo esecutivo rendono più urgenti. Agli onori si accompagna qualche onere, a volte grottesco, oltreché indebito, come la lettera inviatale da chi nei giorni scorsi è arrivato a scriverle: "Il terremoto che ha colpito l'Italia e che ancora continua lo dobbiamo alla sua sciagurata legge".
Lei ha risposto pubblicando la missiva sul suo profilo Facebook, con il commento di chi ha dovuto superare ben altri ostacoli: "Poiché in questi giorni bisogna essere più buoni, faccio gli auguri anche a chi mi scrive cose per le quali andrebbe denunciato. Merry Christmas!". (Fan/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 30-DIC-16 15:58 NNNN

 


Pagina 1 di 2
www.monicacirinna.it - Monica Cirinnà - Senatrice della Repubblica per il Partito Democratico. Template basato su sorgente della Next Level Design

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookies e per sapere come bloccarli, vedi la nostra cookies policy.

Accetto i cookies da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information