Fotogallery Menu

Seguimi su Facebook

La mia attività al Senato

Senato.it - Monica CIRINNA' - XVII Legislatura
Attività svolta nel corso della legislatura
Senato.it - Monica CIRINNA' - XVII Legislatura

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter. Inserisci i tuoi dati prestando attenzione all'indirizzo di posta
Home
Prossimi incontri di presentazione de "L'Italia che non c'era" PDF E-mail
Sala Stampa - News e Comunicati Stampa

Giovedì 18 Gennaio ore 17.30
Roma - Librearia Auditorium
Presentazione del libro "L'Italia che non c'era" con Giovanni Malagò (Presidente Coni) - Modera Enrico Varriale (RaiSport)

WhatsApp Image 2018-01-12 at 18.20.59

 
Roma: Cirinna', su statuto ennesima figuraccia M5S PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> per Roma

"Resta gravità di prima sindaca donna che va contro le donne. Sfido lei e M5S a un confronto pubblico su rappresentanza di genere"

"Ennesima figuraccia M5S. Nonostante il monocolore che governa la Capitale, i grillini non solo non hanno raggiunto la maggioranza dei 2/3 necessaria alla modifica dello Statuto, ma hanno addirittura perso 2 voti. Resta il fatto che a Roma è in atto una pericolosa regressione culturale e istituzionale, in particolare contro le donne. Le modifiche dello Statuto comunale previste dalla Giunta Raggi fanno terra bruciata delle tante conquiste raggiunte nelle precedenti amministrazioni, conquiste difficili e importanti tutte finalizzate a garantire l’equa presenza e l'attività politica delle donne". Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà. 
"Svilire la Commissione delle Elette e abolire il vincolo del 50 e 50 di presenza di genere in Giunta -aggiunge - è una decisione grave e inaccettabile. Nel corso dei tanti mandati svolti al Consiglio comunale di Roma ho contribuito a costituire ed ho presieduto la Commissione delle elette così come ho inchiodato, con l'intervento della magistratura, per ben due volte la Giunta Alemanno al rispetto della rappresentanza di genere tra gli assessori". 
"Sfido, quindi, la sindaca Raggi e i consiglieri M5S a un confronto pubblico sull'argomento per sapere come intendano spiegare tali scelte e sostenere l'insostenibile - conclude Cirinnà -  Cosa ancor più triste è che a compiere questa operazione contro le donne sia la prima sindaca che la città ha avuto. Confesso che quando la Raggi è stata eletta ho sperato che la sensibilità, il senso pratico e il coraggio, spesso elementi fondanti dell’attività politica delle donne, fossero anche la sua cifra. Devo ricredermi, purtroppo, anche questo cambio dello Statuto e il gravissimo sfratto della Casa Internazionale delle Donne, sono atti che dimostrano l’assoluta mancanza di cultura politica femminile e di visione positiva della valorizzazione delle esperienze delle donne in politica e nella società. Tali elementi di grande valore sono totalmente estranei alla Sindaca, alla sua Giunta, al Movimento 5 Stelle". 

 
Video intervento in Senato come relatrice del disegno di legge in favore degli orfani per crimini domestici PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> per la Società

Mentre è ancora in corso la discussione del ddl orfani di femminicidio di cui sono relatrice (l'approvazione è attesa in serata) ecco il video della mia relazione introduttiva.
Una grande emozione essere riuscita a portare in aula un'altro provvedimento così importante

 

 
Orfani femminicidio - Cirinnà: Legge fondamentale, altro passo per diritti umani e civili PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> per le Donne

WhatsApp Image 2017-12-21 at 11.36.24

“Finalmente l’Aula del Senato si appresta a votare il disegno di legge in favore degli orfani per crimini domestici. Un testo che è stato già approvato alla Camera all’unanimità e che si rende necessario per garantire ulteriori tutele agli orfani di femminicidio che di fatto sono bambini che subiscono un doppio trauma. Un minore che perde la madre perché uccisa dal padre o dal convivente, rimane privo di entrambe le figure genitoriali di riferimento. Questi minori sono vittime di un abnorme violenza domestica, crescono con forti disagi psicologici ritenendo che la violenza sia normale o abituale”. Lo afferma la senatrice del Pd Monica Cirinnà, relatrice del provvedimento ora all’esame dell’Aula del Senato.
“Questo disegno di legge – spiega – introduce misure precise e concrete. In particolare, si offre il gratuito patrocinio ai giovani minorenni per tutto il tempo del procedimento legale, si prevede il sequestro conservativo dei beni dell’uxoricida a garanzia del risarcimento dei danni civili che saranno liquidati a vantaggio dei minori, si riconosce dal giudice una somma di denaro (la provvisionale) a favore dei figli della vittima. Inoltre si esclude l’uxoricida dal diritto alla pensione di reversibilità, perché nel passato in molti casi chi ha ucciso la propria moglie aveva anche beneficiato, paradossalmente, della sua pensione. Ci sono ancora diversi articoli del testo che favoriscono una rete sociale, inclusiva e protettiva a garanzia degli orfani, con aiuto psicologico, sostegno scolastico, assistenza medica e spese farmaceutiche. C’è infine nel disegno di legge un importantissimo articolo, il decimo, che dà attenzione alla continuità degli affetti, snellendo tutte le norme di affido e adozione, in primis agli zii o ai nonni, che ancora rendono questi istituti farraginosi e di difficile applicazione. Penso che portare a casa questa legge – conclude Cirinnà – sia un ulteriore di attenzione a quel grande comparto di provvedimenti approvati in questa legislatura a favore dei diritti umani e dei diritti civili”.

 

Leggi su http://www.senatoripd.it/commissione-dinchiesta-sul-femminicidio/cirinna-legge-fondamentale-altro-passo-diritti-umani-civili/

 
Interrogazione parlamentare incontro Ambasciatore del Kenya PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> per la Società

INTERROGAZIONE

Al Ministro degli Esteri 

Premesso che:

da notizie di stampa si apprende che “I Lupi delle Vette”, un  gruppo escursionistico legato alla sigla del panorama neofascista Lealtà e Azione sarebbe stato ricevuto nei giorni scorsi a Nairobi dall’Ambasciatore d’Italia In Kenya, Mauro Massoni;

ciò è quanto testimoniato anche da uno scatto pubblicato sulla pagina Facebook dell'associazione, dove si vede un sorridente Mauro Massoni ricevere dalle mani di uno dei componenti della spedizione il ‘gagliardetto' dei Lupi delle Vette. A porgerglielo è Riccardo Colato, uno dei leader della nuova generazione di skinhead milanesi;

considerato che:

Lealtà e Azione è la sigla di un'organizzazione politica, formalmente un'associazione culturale, radicata soprattutto in Lombardia ma che di recente ha aperto delle sezioni a Genova e Firenze e si è fatta vedere a Roma, con delle iniziative organizzate assieme al Foro 753. Nata da un circuito di skinhead legati al network internazionale neonazista Hammerskin, Lealtà e Azione oltre ad organizzare concerti con nomi internazionali e nostrani del rock di estrema destra, non ha mai disdegnato i rapporti con alcuni ambienti della politica italiana;

Lealtà e Azione è arrivata all'onore delle cronache negli ultimi anni in particolare per le marce e i saluti romani nei cimiteri di Milano e Lombardia, per rendere omaggio ai caduti delle squadre fasciste e dei repubblichini di Salò;

 si chiede di sapere:

 se confermato quanto riportato dalla stampa, come valuta il comportamento assunto dal massimo rappresentate della diplomazia italiana in Kenya e quali provvedimenti intenda assumere nei suoi confronti.

Chiti, Fabbri, Borioli, Caleo, Cardinali, Cirinnà, Cociancich, Lucherini

 

 
Approvata la legge sul biotestamento PDF E-mail
Sala Stampa - News e Comunicati Stampa

voto-biotestamento

L’Italia ha finalmente una legge sul BioTestamento che garantisce libertà dignità laicità. Il mio grazie va anche a chi da giorni assiste ai lavori del Senato: MinaWelby, gli amici di Associazione Luca Coscioni e Filomena Gallo.

senatowelby

 
Ho preso la tessera del Mario Mieli: avanti insieme per le battaglie sui diritti PDF E-mail
Sala Stampa - News e Comunicati Stampa

Ieri mi sono iscritta al Circolo Mario Mieli, grande e storica associazione lgbt romana. Ho rincontrato storie e volti che conobbi nel world Pride di Roma nel lontano 2000.

Una tessera che si aggiunge a quella di Arcigay che ho già da un anno.

Non sono contraria alla gestazione per altri, da rendere legale attraverso una legge etica che rispetti la piena libertà e l'autodeterminazione della donna. Da sempre ho difeso questo principio che deve valere sempre: una donna deve poter scegliere liberamente se abortire oppure partorire per altri. Una battaglia di libertà e civiltà.

Penso che le associazioni siano l'avanguardia nelle battaglie sui diritti umani e sui diritti civili e per questo la parte più progressista del Parlamento, al quale credo umilmente di appartenere, deve fare squadra perchè l'Italia rispetti a pieno l'articolo 3 della Costituzione, quello che prevede per tutti l'uguaglianza.

cirinnà tessera mieli

 
Agricoltura biologica o glifosato? PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> per la Società

cirinna-campagnaLeggo con stupore questo pezzo della collega Cattaneo. La mia principale attività è quella di imprenditrice agricola, produco solo biologico, biologico accessibile a tutti e a prezzi bassi, poiché faccio vendita diretta. La collega, (lei nominata a vita, io andrò presto ad elezioni e mi guadagnerò forse sul campo il mio posto in Senato) sostiene che non utilizzare il terribile erbicida glifosato significherebbe tornare agli anni 50 diserbando a mano i campi. Nulla di più errato.

Leggi tutto...
 
Un anno senza Arno PDF E-mail
Social Network - Facebook

Quando la sera trovi cinque minuti per te stessa tornano in mente, prepotentemente, tanti pensieri e tanti ricordi.

 

Ricordo la nostra ultima notte insieme

Faceva già freddo fuori, ma noi stavamo caldi con il camino acceso, su quel materasso a terra, sotto una coperta che ci copriva entrambi.Avevo l’impressione che i tuoi occhi non mi vedessero più, il tuo corpo immobile, abbandonato ma senza dolore. Sapevi che ero lì, il tuo fiuto non ti ha mai tradito, ti ho accarezzato a lungo e ti ho tenuto per mano, il tuo respiro era sereno. Si sono certa che tu sapessi che ero lì con te, come era accaduto nei nostri lunghi 14 anni insieme.
Non riuscivo a rassegnarmi all’inesorabile destino che quella fosse la nostra ultima notte, volevi andare da Luna, che oltre un anno prima ci aveva lasciati.
Le parlai tutta la notte chiedendole di venire a prenderti, ricordavo i suoi ultimi giorni pieni di dolori, il suo corpo possente ormai debilitato dal male, mi consolavo pensando che a te questa sfortuna non era capitata. Sei stato bene fino all’ultimo, ci hai lasciati in una settimana.
Esterino parla di voi, Arno e Luna, come “i pionieri che fecero l’impresa” !!
Nel 2002 avevamo da poco acquistato l’azienda agricola a Capalbio, dopo pochi mesi capimmo che era giunto il momento di prendere dei compagni di avventura e nulla fu meglio che scegliere due cuccioli maremmani, non ci avete mai delusi sempre all’altezza delle aspettative: buoni, intelligenti, rispettosi con gli altri cani e animali, ma fermi e forti nel pretendere rispetto per la nostra famiglia e per la nostra casa. Avete amato i nostri gatti, li avete protetti e considerati fratelli con i quali dividere la quotidianità . Con Libera e Orsetto la vita è comunque bella, ma il buco che ci avete lasciato nel cuore non è facilmente colmabile.
Ad un anno dalla tua morte, Arno mio , ti voglio ricordare con questo racconto che pubblicai in un mio libro di qualche anno fa, un racconto sulla tua generosità e sul grande amore che hai dato a tutti noi.

arno1

Leggi tutto...
 
Unioni Civili. Cirinna' ringrazia Bologna: cammino fatto qui "davvero città dei diritti"; Merola: sono 15% delle nostre nozze (dire) PDF E-mail
Sala Stampa - News e Comunicati Stampa

Bologna, 30 ott. - "Grazie Bologna. Un pezzo importantissimo con questo cammino e' stato fatto qui". È l'omaggio di Monica Cirinna', 'madrina' delle unioni civili, che questa sera presenta sotto le Due Torri il suo libro "L'Italia che non c'era", alla coop Ambasciatori. "Qui- sottolinea la parlamentare Pd- ci sono grandi magistrati e un grande Tribunale dei minori. Non e' una citta' qualsiasi, e' davvero la citta' dei diritti". Per il sindaco Virginia Merola, che partecipa alla presentazione, quella sulle unioni civili "e' stata una buona battaglia che sta cominciando a dare i suoi frutti. A Bologna siamo al 15% del totale dei matrimoni. Altrove siamo al 2%, quindi e' un elemento attrattivo in questa citta', qui c'e' una bella Sala Rossa...". Ora pero', prosegue il sindaco, "ci sono altri temi da sciogliere, come quello delle adozioni". (Bil/ Dire) 

 
Dove trovare il libro "L'Italia che non c'era" PDF E-mail
Sala Stampa - News e Comunicati Stampa

Il libro "L'Italia che non c'era" è disponibile in tutte le librerie o negli store on line come:

http://www.lafeltrinelli.it/libri/monica-cirinna/l-italia-che-non-c/9788860445278

https://www.ibs.it/italia-che-non-c-era-libro-cirinna-monica/e/9788860445278?inventoryId=86464555

http://www.mondadoristore.it/Italia-che-non-c-era-Unioni-Monica-Cirinna/eai978886044527/

 

Altri libri di Monica su Amazon

 
Un lettera, tanta gioia. PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> Unioni Civili

Quando ricevi questi messaggi ti si apre il cuore. Grazie a voi per le emozioni e vi auguro tanta tanta gioia.

 

 Carissima Senatrice Cirinnà,

Siamo Angela e Francesca  spose ed amiche di Emanuele G. che, sorprendentemente per noi, l’ha contattata .

Siamo qui a ringraziarla della sorpresa che ci ha fatto a noi ed ai nostri ospiti, la sua è stata una lettera sincera e piena di amore, solo chi ha avuto questo tipo di esperienze può capire.

La ringraziamo per quello che ha fatto, per tutte le coppie in attesa di un’approvazione di legge che ci tutelasse, riconoscendo i nostri diritti sia socialmente che moralmente.

Leggi tutto...
 
Omofobia: Cirinna', urgente approvazione della legge PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> Unioni Civili

arcobaleno-omof"Il tema dell'omofobia è purtroppo ancora un problema nel nostro Paese. L'approvazione delle leggi sulle unioni civili ha fatto fare un notevole passo avanti sociale e culturale all'Italia, ma vi sono ancora troppi episodi di violenza fisica e verbale a causa dell'orientamento sessuale delle persone. Così come l'ok di oggi alla legge sul cyberbullismo è da vedere come un ulteriore elemento positivo, ma resta quanto mai urgente che il Parlamento vari al più presto una legge che sanzioni pesantemente questi comportamenti, così come sollecitato anche dal presidente Mattarella". Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà.

 
Unioni Civili: una legge che ha dato uguaglianza e dignità sociale PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> Unioni Civili

"La legge sulle unioni civili compie oggi un anno di vita dalla sua approvazione in Parlamento, benchè la vita amministrativa sia di solo 8 mesi, infatti le prime celebrazioni sono cominciate i primi di agosto dello scorso anno. "Uno, nessuno, centomila" in Italia sono finalmente presenti nell'ordinamento giuridico cittadini lgbt, prima inesistenti per lo Stato. Tutti hanno diritto all'eguaglianza e alla pari dignità sociale ed è per questo che ora il Paese deve proseguire il suo cammino di sviluppo culturale, sociale e dei diritti superando le ultime barriere, le resistenze e i pregiudizi che ancora rimangono, in particolare sulla genitorialità. Il bilancio di questi primi mesi di applicazione è indubbiamente positivo e dimostra quanto il Paese attendesse il riconoscimento di una trasformazione sociale ormai consolidata da tempo. Resta la soddisfazione, come Parlamento, di aver risposto a un'esigenza che veniva dal tessuto sociale, portando felicità, sicurezze e tutele a tante nuove coppie e famiglie". Lo ha dichiarato la senatrice del Pd Monica Cirinnà a margine della conferenza stampa "Unioni civili, un anno dopo".

 
Firma storica per i diritti nel nostro Paese PDF E-mail
Sala Stampa - Rassegna stampa unioni civili

“La firma del governo sul decreto attuativo sulle unioni civili segna in modo definitivo e storico il corso dei diritti civili del nostro Paese. La legge diventa così pienamente operativa e tutti i Comuni sono ora in grado, nel giro di pochi giorni, di celebrare le prime unioni. E’ il punto di arrivo di una riforma epocale, attesa da troppo tempo, che consentirà finalmente piena cittadinanza a tante coppie.

Da oggi la stagione dei diritti, voluta con tenacia dal governo Renzi, è una realtà insindacabile e, con una certa emozione, auguro tanta felicità a tutti quegli uomini e quelle donne che vorranno e, finalmente, potranno vedere riconosciuto il loro amore”. Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà.

http://www.senatoripd.it/giustizia/cirinna-firma-storica-diritti-nel-nostro-paese/

 
Un gran giorno per il nostro paese PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> Unioni Civili

Questo 11 maggio è un gran giorno per il nostro Paese e per la nostra democrazia. Un momento storico che segna il passo sul tema dei diritti in Italia: passiamo dal diritto di famiglia al diritto delle famiglie. Da oggi cambierà la vita di molte persone e sono certa che questa legge porterà felicità a chi fino ad ora non l'ha avuta. 
Da oltre 30 anni l'Italia aspettava di fare questo passo un primo passo, ma un passo importante. Il Parlamento ha per troppo tempo ignorato la richiesta di diritti e di dignità che veniva dalla coppie di persone dello stesso sesso, non legittimando l'esistenza di tanti cittadini e delle loro scelte di vita. Non potevamo più attendere, non potevamo far passare altro tempo da quando nel lontano 2010 la nostra Corte Costituzionale con la sentenza 138 chiese al Parlamento di provvedere con "estrema sollecitudine" al riconoscimento delle coppie omosessuali. 
Nonostante arrivassimo con questo enorme ritardo c'è stato addirittura chi in Parlamento ha lamentato ancora con sfacciataggine l'assenza di confronto. Sono grata a tutti coloro che hanno lavorato in Parlamento per arrivare a questa legge pur nella delusione di non aver dato una risposta completa a tutti. Abbiamo fatto un passo e altri se ne faranno. Il mio pensiero va anche a tutti coloro che hanno messo in gioco la loro vita e le loro storia d'amore lottando al nostro fianco, penso anche a chi è rimasto schiacciato dalla paura, dalla discriminazione e dall'omofobia. Penso con amore e riconoscenza alle famiglie arcobaleno che ancora subiscono discriminazioni.

 
Intervento in aula del Senato sulla fiducia al ddl Unioni Civili PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> Unioni Civili
Monica Cirinnà - Discorso Conclusivo Senato

Comunque la pensiate adesso, ascoltate questo discorso. Contiene tutto quello che è successo in questi due anni e nelle ultime settimane per arrivare fino a qui. Tutta la sincerità e la stanchezza, tutta la sofferenza, non solo della Senatrice Cirinnà, ma di chi in prima linea si è impegnato per portare avanti la battaglia dei diritti. Contiene tutte le spiegazioni anche ai dubbi che in queste ore circolano riguardo obbligo di fedeltà e altre questioni simili. Adesso da qui si riprende. Da questa sofferenza e da questo innegabile importante risultato. Da oggi, cittadini fino a ieri invisibili, avranno cittadinanza per lo Stato Italiano. Ci basta? Assolutamente no, è solo l'inizio. E da questo inizio ripartiamo tutti insieme.

Pubblicato da Diritti Democratici su Giovedì 25 febbraio 2016

Oggi l'Italia apre una nuova pagina del Diritto di famiglia, portando  diritti a  tutte quelle coppie formate da persone dello stesso sesso che già esistono per la società ma non agli occhi del Diritto.

Penso ai due milioni e mezzo di cittadini italiani che hanno scelto di intraprendere un percorso di vita in coppia senza sposarsi o unirsi civilmente:, coppie di fatto cui questa legge riconoscerà finalmente dignità e diritti.

L'italia non sarà più ultima in tema di diritti civili.

Un buon risultato ma solo un primo traguardo, altri ne dovremo superare con lo stesso impegno e la stessa determinazione.

Il Pd ha creduto in questa legge a tal punto da tentare di andare oltre quei confini, che raramente si superano, tra maggioranza e opposizione, mettendo da parte convenienze e protagonismi e ponendo al centro l'interesse dei cittadini.

Abbiamo vissuto ore terribili nelle ultime settimane, ore nelle quali posizioni ideologiche, tatticismi e calcoli politici hanno costretto il governo alla decisione più difficile, ma anche la più coraggiosa: porre la fiducia sul miglior testo possibile alle condizioni date dai numeri di questo Senato. Ripeto, il PD ha creduto in questa legge. La nostra volontà era chiara, era scritto nel premissivo Marcucci: un nuovo istituto giuridico, le unioni civili, con pienezza di diritti e doveri reciproci all'interno della coppia e il riconoscimento dell'estensione della responsabilità genitoriale attraverso l'applicazione della lettera b dell'articolo 44 della legge sulle adozioni.

Leggi tutto...
 
www.monicacirinna.it - Monica Cirinnà - Senatrice della Repubblica per il Partito Democratico. Template basato su sorgente della Next Level Design

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookies e per sapere come bloccarli, vedi la nostra cookies policy.

Accetto i cookies da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information