Fotogallery Menu

Seguimi su Facebook

La mia attività al Senato

Senato.it - Monica CIRINNA' - XVII Legislatura
Attività svolta nel corso della legislatura
Senato.it - Monica CIRINNA' - XVII Legislatura

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter. Inserisci i tuoi dati prestando attenzione all'indirizzo di posta
Home
Senatrici Pd: Votiamo la fiducia ma profondo disagio su sperimentazione animale PDF E-mail
Sala Stampa - News e Comunicati Stampa

“Il voto di fiducia al decreto Milleproroghe è da parte nostra scontato. Il testo contiene proroghe molto importanti che coinvolgono direttamente cittadini, imprese ed enti locali. Resta però il profondo disagio per come ancora una volta il Senato abbia affrontato il tema della sperimentazione su ratti e topi dimostrandosi distante dal sentimento della stragrande maggioranza degli italiani che da tempo si dichiarano contrari alla vivisezione”. Lo scrivono in una nota le senatrici del Pd Silvana Amati, Monica Cirinnà, Manuela Granaiola e Daniela Valentini.

Leggi tutto...
 
Con le unioni civili è appena iniziato il cammino verso l’uguaglianza PDF E-mail
Sala Stampa - Rassegna stampa unioni civili

L’11 febbraio sono entrati in vigore i tre decreti attuativi della legge sulle Unioni Civili, pubblicati in Gazzetta ufficiale dopo la recente approvazione da parte del Consiglio dei Ministri. Si chiude così, a tutti gli effetti, un percorso lungo, faticoso, iniziato ormai tre anni fa in Commissione Giustizia, e poi in aula prima al Senato e successivamente alla Camera, dove la Legge 76/2016 è stata approvata l’11 maggio dello scorso anno. Un percorso politico collettivo, ma anche personale, che riguarda me, come donna e come persona che fa politica per passione.

Ho avuto il privilegio di poter lottare per cambiare e migliorare la vita di centinaia di migliaia di cittadini fino a ieri invisibili e senza diritti. Un lungo iter parlamentare che riguarda l’Italia, un Paese che aveva necessità e desiderio di cambiare, di innovarsi, di cominciare a diventare più giusto, specialmente con quei cittadini lgbt che gridavano ormai da trent’anni che loro esistevano, che esistevano le loro vite, le loro famiglie i loro amori. Cittadini che non avrebbero più sopportato, di essere ignorati e discriminati dell’ordinamento giuridico che per troppi anni li aveva esclusi da tutti i diritti civili e sociali.

Leggi tutto...
 
Firma storica per i diritti nel nostro Paese PDF E-mail
Sala Stampa - Rassegna stampa unioni civili

“La firma del governo sul decreto attuativo sulle unioni civili segna in modo definitivo e storico il corso dei diritti civili del nostro Paese. La legge diventa così pienamente operativa e tutti i Comuni sono ora in grado, nel giro di pochi giorni, di celebrare le prime unioni. E’ il punto di arrivo di una riforma epocale, attesa da troppo tempo, che consentirà finalmente piena cittadinanza a tante coppie.

Da oggi la stagione dei diritti, voluta con tenacia dal governo Renzi, è una realtà insindacabile e, con una certa emozione, auguro tanta felicità a tutti quegli uomini e quelle donne che vorranno e, finalmente, potranno vedere riconosciuto il loro amore”. Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà.

http://www.senatoripd.it/giustizia/cirinna-firma-storica-diritti-nel-nostro-paese/

 
Un gran giorno per il nostro paese PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> Unioni Civili

Questo 11 maggio è un gran giorno per il nostro Paese e per la nostra democrazia. Un momento storico che segna il passo sul tema dei diritti in Italia: passiamo dal diritto di famiglia al diritto delle famiglie. Da oggi cambierà la vita di molte persone e sono certa che questa legge porterà felicità a chi fino ad ora non l'ha avuta. 
Da oltre 30 anni l'Italia aspettava di fare questo passo un primo passo, ma un passo importante. Il Parlamento ha per troppo tempo ignorato la richiesta di diritti e di dignità che veniva dalla coppie di persone dello stesso sesso, non legittimando l'esistenza di tanti cittadini e delle loro scelte di vita. Non potevamo più attendere, non potevamo far passare altro tempo da quando nel lontano 2010 la nostra Corte Costituzionale con la sentenza 138 chiese al Parlamento di provvedere con "estrema sollecitudine" al riconoscimento delle coppie omosessuali. 
Nonostante arrivassimo con questo enorme ritardo c'è stato addirittura chi in Parlamento ha lamentato ancora con sfacciataggine l'assenza di confronto. Sono grata a tutti coloro che hanno lavorato in Parlamento per arrivare a questa legge pur nella delusione di non aver dato una risposta completa a tutti. Abbiamo fatto un passo e altri se ne faranno. Il mio pensiero va anche a tutti coloro che hanno messo in gioco la loro vita e le loro storia d'amore lottando al nostro fianco, penso anche a chi è rimasto schiacciato dalla paura, dalla discriminazione e dall'omofobia. Penso con amore e riconoscenza alle famiglie arcobaleno che ancora subiscono discriminazioni.

 
Intervento in aula del Senato sulla fiducia al ddl Unioni Civili PDF E-mail
Il Mio Impegno - ---> Unioni Civili
Monica Cirinnà - Discorso Conclusivo Senato

Comunque la pensiate adesso, ascoltate questo discorso. Contiene tutto quello che è successo in questi due anni e nelle ultime settimane per arrivare fino a qui. Tutta la sincerità e la stanchezza, tutta la sofferenza, non solo della Senatrice Cirinnà, ma di chi in prima linea si è impegnato per portare avanti la battaglia dei diritti. Contiene tutte le spiegazioni anche ai dubbi che in queste ore circolano riguardo obbligo di fedeltà e altre questioni simili. Adesso da qui si riprende. Da questa sofferenza e da questo innegabile importante risultato. Da oggi, cittadini fino a ieri invisibili, avranno cittadinanza per lo Stato Italiano. Ci basta? Assolutamente no, è solo l'inizio. E da questo inizio ripartiamo tutti insieme.

Pubblicato da Diritti Democratici su Giovedì 25 febbraio 2016

Oggi l'Italia apre una nuova pagina del Diritto di famiglia, portando  diritti a  tutte quelle coppie formate da persone dello stesso sesso che già esistono per la società ma non agli occhi del Diritto.

Penso ai due milioni e mezzo di cittadini italiani che hanno scelto di intraprendere un percorso di vita in coppia senza sposarsi o unirsi civilmente:, coppie di fatto cui questa legge riconoscerà finalmente dignità e diritti.

L'italia non sarà più ultima in tema di diritti civili.

Un buon risultato ma solo un primo traguardo, altri ne dovremo superare con lo stesso impegno e la stessa determinazione.

Il Pd ha creduto in questa legge a tal punto da tentare di andare oltre quei confini, che raramente si superano, tra maggioranza e opposizione, mettendo da parte convenienze e protagonismi e ponendo al centro l'interesse dei cittadini.

Abbiamo vissuto ore terribili nelle ultime settimane, ore nelle quali posizioni ideologiche, tatticismi e calcoli politici hanno costretto il governo alla decisione più difficile, ma anche la più coraggiosa: porre la fiducia sul miglior testo possibile alle condizioni date dai numeri di questo Senato. Ripeto, il PD ha creduto in questa legge. La nostra volontà era chiara, era scritto nel premissivo Marcucci: un nuovo istituto giuridico, le unioni civili, con pienezza di diritti e doveri reciproci all'interno della coppia e il riconoscimento dell'estensione della responsabilità genitoriale attraverso l'applicazione della lettera b dell'articolo 44 della legge sulle adozioni.

Leggi tutto...
 


Pagina 2 di 2
www.monicacirinna.it - Monica Cirinnà - Senatrice della Repubblica per il Partito Democratico. Template basato su sorgente della Next Level Design

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookies e per sapere come bloccarli, vedi la nostra cookies policy.

Accetto i cookies da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information