Fotogallery Menu

Seguimi su Facebook

La mia attività al Senato

Senato.it - Monica CIRINNA' - XVII Legislatura
Attività svolta nel corso della legislatura
Senato.it - Monica CIRINNA' - XVII Legislatura
Home Il Mio Impegno
Il Mio Impegno
Roma: Cirinna', su statuto ennesima figuraccia M5S Stampa E-mail
---> per Roma
Giovedì 11 Gennaio 2018 17:37

"Resta gravità di prima sindaca donna che va contro le donne. Sfido lei e M5S a un confronto pubblico su rappresentanza di genere"

"Ennesima figuraccia M5S. Nonostante il monocolore che governa la Capitale, i grillini non solo non hanno raggiunto la maggioranza dei 2/3 necessaria alla modifica dello Statuto, ma hanno addirittura perso 2 voti. Resta il fatto che a Roma è in atto una pericolosa regressione culturale e istituzionale, in particolare contro le donne. Le modifiche dello Statuto comunale previste dalla Giunta Raggi fanno terra bruciata delle tante conquiste raggiunte nelle precedenti amministrazioni, conquiste difficili e importanti tutte finalizzate a garantire l’equa presenza e l'attività politica delle donne". Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà. 
"Svilire la Commissione delle Elette e abolire il vincolo del 50 e 50 di presenza di genere in Giunta -aggiunge - è una decisione grave e inaccettabile. Nel corso dei tanti mandati svolti al Consiglio comunale di Roma ho contribuito a costituire ed ho presieduto la Commissione delle elette così come ho inchiodato, con l'intervento della magistratura, per ben due volte la Giunta Alemanno al rispetto della rappresentanza di genere tra gli assessori". 
"Sfido, quindi, la sindaca Raggi e i consiglieri M5S a un confronto pubblico sull'argomento per sapere come intendano spiegare tali scelte e sostenere l'insostenibile - conclude Cirinnà -  Cosa ancor più triste è che a compiere questa operazione contro le donne sia la prima sindaca che la città ha avuto. Confesso che quando la Raggi è stata eletta ho sperato che la sensibilità, il senso pratico e il coraggio, spesso elementi fondanti dell’attività politica delle donne, fossero anche la sua cifra. Devo ricredermi, purtroppo, anche questo cambio dello Statuto e il gravissimo sfratto della Casa Internazionale delle Donne, sono atti che dimostrano l’assoluta mancanza di cultura politica femminile e di visione positiva della valorizzazione delle esperienze delle donne in politica e nella società. Tali elementi di grande valore sono totalmente estranei alla Sindaca, alla sua Giunta, al Movimento 5 Stelle". 

 
Video intervento in Senato come relatrice del disegno di legge in favore degli orfani per crimini domestici Stampa E-mail
---> per la Società
Giovedì 21 Dicembre 2017 17:36

Mentre è ancora in corso la discussione del ddl orfani di femminicidio di cui sono relatrice (l'approvazione è attesa in serata) ecco il video della mia relazione introduttiva.
Una grande emozione essere riuscita a portare in aula un'altro provvedimento così importante

 

 
Orfani femminicidio - Cirinnà: Legge fondamentale, altro passo per diritti umani e civili Stampa E-mail
---> per le Donne
Giovedì 21 Dicembre 2017 12:39

WhatsApp Image 2017-12-21 at 11.36.24

“Finalmente l’Aula del Senato si appresta a votare il disegno di legge in favore degli orfani per crimini domestici. Un testo che è stato già approvato alla Camera all’unanimità e che si rende necessario per garantire ulteriori tutele agli orfani di femminicidio che di fatto sono bambini che subiscono un doppio trauma. Un minore che perde la madre perché uccisa dal padre o dal convivente, rimane privo di entrambe le figure genitoriali di riferimento. Questi minori sono vittime di un abnorme violenza domestica, crescono con forti disagi psicologici ritenendo che la violenza sia normale o abituale”. Lo afferma la senatrice del Pd Monica Cirinnà, relatrice del provvedimento ora all’esame dell’Aula del Senato.
“Questo disegno di legge – spiega – introduce misure precise e concrete. In particolare, si offre il gratuito patrocinio ai giovani minorenni per tutto il tempo del procedimento legale, si prevede il sequestro conservativo dei beni dell’uxoricida a garanzia del risarcimento dei danni civili che saranno liquidati a vantaggio dei minori, si riconosce dal giudice una somma di denaro (la provvisionale) a favore dei figli della vittima. Inoltre si esclude l’uxoricida dal diritto alla pensione di reversibilità, perché nel passato in molti casi chi ha ucciso la propria moglie aveva anche beneficiato, paradossalmente, della sua pensione. Ci sono ancora diversi articoli del testo che favoriscono una rete sociale, inclusiva e protettiva a garanzia degli orfani, con aiuto psicologico, sostegno scolastico, assistenza medica e spese farmaceutiche. C’è infine nel disegno di legge un importantissimo articolo, il decimo, che dà attenzione alla continuità degli affetti, snellendo tutte le norme di affido e adozione, in primis agli zii o ai nonni, che ancora rendono questi istituti farraginosi e di difficile applicazione. Penso che portare a casa questa legge – conclude Cirinnà – sia un ulteriore di attenzione a quel grande comparto di provvedimenti approvati in questa legislatura a favore dei diritti umani e dei diritti civili”.

 

Leggi su http://www.senatoripd.it/commissione-dinchiesta-sul-femminicidio/cirinna-legge-fondamentale-altro-passo-diritti-umani-civili/

 
Interrogazione parlamentare incontro Ambasciatore del Kenya Stampa E-mail
---> per la Società
Domenica 17 Dicembre 2017 21:11

INTERROGAZIONE

Al Ministro degli Esteri 

Premesso che:

da notizie di stampa si apprende che “I Lupi delle Vette”, un  gruppo escursionistico legato alla sigla del panorama neofascista Lealtà e Azione sarebbe stato ricevuto nei giorni scorsi a Nairobi dall’Ambasciatore d’Italia In Kenya, Mauro Massoni;

ciò è quanto testimoniato anche da uno scatto pubblicato sulla pagina Facebook dell'associazione, dove si vede un sorridente Mauro Massoni ricevere dalle mani di uno dei componenti della spedizione il ‘gagliardetto' dei Lupi delle Vette. A porgerglielo è Riccardo Colato, uno dei leader della nuova generazione di skinhead milanesi;

considerato che:

Lealtà e Azione è la sigla di un'organizzazione politica, formalmente un'associazione culturale, radicata soprattutto in Lombardia ma che di recente ha aperto delle sezioni a Genova e Firenze e si è fatta vedere a Roma, con delle iniziative organizzate assieme al Foro 753. Nata da un circuito di skinhead legati al network internazionale neonazista Hammerskin, Lealtà e Azione oltre ad organizzare concerti con nomi internazionali e nostrani del rock di estrema destra, non ha mai disdegnato i rapporti con alcuni ambienti della politica italiana;

Lealtà e Azione è arrivata all'onore delle cronache negli ultimi anni in particolare per le marce e i saluti romani nei cimiteri di Milano e Lombardia, per rendere omaggio ai caduti delle squadre fasciste e dei repubblichini di Salò;

 si chiede di sapere:

 se confermato quanto riportato dalla stampa, come valuta il comportamento assunto dal massimo rappresentate della diplomazia italiana in Kenya e quali provvedimenti intenda assumere nei suoi confronti.

Chiti, Fabbri, Borioli, Caleo, Cardinali, Cirinnà, Cociancich, Lucherini

 

 
Agricoltura biologica o glifosato? Stampa E-mail
---> per la Società
Lunedì 04 Dicembre 2017 09:35

cirinna-campagnaLeggo con stupore questo pezzo della collega Cattaneo. La mia principale attività è quella di imprenditrice agricola, produco solo biologico, biologico accessibile a tutti e a prezzi bassi, poiché faccio vendita diretta. La collega, (lei nominata a vita, io andrò presto ad elezioni e mi guadagnerò forse sul campo il mio posto in Senato) sostiene che non utilizzare il terribile erbicida glifosato significherebbe tornare agli anni 50 diserbando a mano i campi. Nulla di più errato.

Leggi tutto...
 
Manifestazione contro le mafie ad Ostia Stampa E-mail
---> per Roma
Mercoledì 15 Novembre 2017 13:04

Scrivo questo post poichè domani non potrò essere fisicamente presente alla manifestazione di Ostia. E' importante che nel X Municipio, come in tutta la città di Roma, si riaffermi la lotta contro tutte le mafie, i clan, la delinquenza e la corruzione, la povertà e l'esclusione sociale. >Ci sono territori che sono stati abbandonati e divenuti preda di interessi criminali e Ostia, purtroppo, ne è un brutto esempio. Inoltre delinquenza e formazioni di estrema destra si associano nel sostituire le istituzioni distribuendo aiuti di vario tipo, arrivando dove le pubbliche amministrazioni non arrivano. Solo la ripresa da parte di tutte le istituzioni di un importante lavoro di welfare, con l'investimento di notevoli risorse, può riportare su questo territorio la legalità che va affermata soprattutto su un punto fondamentale: la lotta all'esclusione sociale che è anche esclusione economica e culturale. Una lotta che si poggia su un'informazione libera. Gli attacchi ai giornalisti impegnati a svolgere il proprio lavoro è il pericoloso segnale di quanto la situazione sia grave e pesante. Se le istituzioni combattono tutte le povertà, i cittadini le sentono vicine, ci si riconoscono e costruiscono un tessuto sociale sano nel quale mafia e criminalità non riescono ad attecchire. E' fondamentale che le persone libere, democratiche e oneste, insieme alle istituzioni sane, dimostrino con forza e pubblicamente che questo è l'impegno a cui tutti devono lavorare.

WhatsApp Image 2017-11-15 at 12.40.26

 


Pagina 1 di 20
www.monicacirinna.it - Monica Cirinnà - Senatrice della Repubblica per il Partito Democratico. Template basato su sorgente della Next Level Design

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookies e per sapere come bloccarli, vedi la nostra cookies policy.

Accetto i cookies da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information