Fotogallery Menu

Seguimi su Facebook

La mia attività al Senato

Senato.it - Monica CIRINNA' - XVII Legislatura
Attività svolta nel corso della legislatura
Senato.it - Monica CIRINNA' - XVII Legislatura
Home Il Mio Impegno ----> per Roma
Roma: Cirinna’, bomba d’acqua della Raggi sui romani: acqua +17% Stampa E-mail

Leggi tutto...“Le bugie della sindaca Raggi vengono al pettine e a pagarle di tasca propria sono e saranno i romani. La sindaca, infatti, ben si guarda dal dire che dal primo gennaio di quest’anno l’acqua a Roma costa il 4,8% in più. Un aumento, deciso nel luglio scorso nella prima e unica riunione di ATO2 presieduta dalla Raggi, che crescerà anche nei prossimi anni: un altro 6.01% nel 2018 e ancora il 5.94% nel 2019.
In un triennio, insomma, la bolletta di Acea cresce di un incredibile 17%. Un salasso per i cittadini della Capitale che andrà a favore degli azionisti privati e pubblici della società. La tanto decantata battaglia per l’acqua pubblica della Raggi e del M5S si perde così, è proprio il caso di dirlo, in un bicchiere d’acqua. Un super esborso deciso dalla giunta Raggi che fa dei romani i cittadini più tartassati d’Italia dopo che già pagano l’addizionale Irpef comunale più cara del Paese”. Lo rivela la senatrice del Pd Monica Cirinnà.

 
Roma: Cirinna', urgente legge partiti. Raggi resta sindaca non libera Stampa E-mail

Nessun pronunciamento su nullità del "contratto", ma autonomia eletti è principio costituzionale 

"La decisione del Tribunale di Roma, che accolgo pienamente, pone un urgente questione politica, quella del rispetto della legalità costituzionale nella rappresentanza democratica. E', dunque, chiara a tutti l'urgenza dell'approvazione della legge sui partiti visto che il tribunale, dichiarando l'inammissibilità della domanda di nullità del Codice di comportamento per i candidati M5S alle Comunali di Roma, lascia pienamente aperta la questione - certamente tutta politica - di come sia possibile che, a Costituzione vigente alla luce degli articoli 3, 51, 67 e 97, la sindaca della Capitale sia sottoposta a un vincolo di sottomissione con soggetti privati che prevede persino obblighi e sanzioni pecuniarie". Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà. 
"Il fatto che il tribunale non abbia valutato nel merito la validità del contratto - sottolinea - lascia aperti tutti i casi di illegale costrizione all'obbedienza, con il conseguente divieto di dissenso, cui sono sottoposti tutti gli eletti M5S in Italia. Stupisce che perfino gli avvocati della sindaca, nella memoria che hanno presentato, avessero comunque ipotizzato che la nullità del Codice di comportamento non avrebbe avuto come conseguenza l'ineleggibilità e la decadenza della Raggi. Questo dimostra che anche per loro la legittimità di tale codice non è così scontata. Ma, ribadisco, su questo punto il tribunale non si è pronunciato". 
"Auspico - aggiunge - che questi temi possano essere oggetto di ulteriori gradi di giudizio fino alla remissione del quesito alla Corte costituzionale, poichè resto convinta che in un sistema di democrazia parlamentare quello dell'autonomia degli eletti, previsto dall'art. 67 della Costituzione, sia il cuore pulsante della nostra libertà". 
"Al di là della decisione del tribunale che va rispettata - conclude Cirinnà -  non capisco per cosa gioiscano la sindaca Raggi e i suoi consiglieri comunali che restano obbligati a sottoporre preventivamente le loro scelte, su atti di alta amministrazione e nomine, al permesso di privati. E, per di più, se disubbidiscono, potranno essere passibili di sanzioni fino a 150 mila euro. Roma e i romani, che hanno votato in piena libertà, meritano un sindaco altrettanto libero". 

 
Cirinnà: bocciato il bilancio degli apprendisti stregoni Stampa E-mail

“Non era mai accaduto. Ora solo due strade per la sindaca Raggi”

“Fatto grave e insolito che i revisori dei conti respingessero il bilancio del Comune di Roma. Tale parere è obbligatoriamente previsto dall’articolo 239 del TUEL. Non era mai accaduto ed è l’ennesima tegola che si abbatte su una Giunta di apprendisti stregoni che dimostra tutta la loro incapacità. A questo punto è bene che i romani sappiano che gli scenari possibili sono solo due: o la sindaca Raggi, convinta della bontà dei suoi numeri approva comunque in giunta e poi in Consiglio comunale il bilancio, pur sapendo che la bocciatura dell’Oref prevede l’invio del documento alla Corte dei Conti e al Ministero dell’Interno. Oppure, sperando nel decreto del governo, dovrà ricorrere all’esercizio provvisorio che prevede che tutti i Dipartimenti procedono ad impegni di spesa mese per mese. Ciò di fatto vuol dire immobilizzare l’attività del Comune. Onestà, competenza e trasparenza: questo avevano promesso ai romani. Questo non sta accadendo”. Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà.

 
Roma: Cirinna'- Bianchi, Raggi resta? Da ineleggibile tra poco dovra' comunque andare Stampa E-mail

Leggi tutto...Ecco la copia originale del contratto con Casaleggio. Il 13 gennaio la sentenza"La Raggi non va via? Avverrà tra poco. Era ed è ineleggibile, come dimostra l'originale del contratto finora tenuto segreto". Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà che insieme alla deputata Stella Bianchi hanno sostenuto l'iniziativa dell'avvocato Venerando Monello che a luglio era ricorso alla magistratura e che ora rende pubblico il contratto tra Raggi e Casaleggio Associati."Gli arresti al Comune di Roma stanno svelando la realtà dell'amministrazione M5S - spiega - Un pericoloso intrigo ai danni dei cittadini che trova origine nel, purtroppo famoso ma mai reso pubblico, contratto firmato dalla Raggi con la Casaleggio Associati. Per questo con l'avvocato Venerando Monello e insieme alla deputata Stella Bianchi siamo ricorsi alla magistratura e il 13 gennaio prossimo è attesa la sentenza."Per accertare e ripristinare la legalità ho preteso il deposito l'originale di quel contratto - dichiara l'avvocato Monello - che, come si può vedere, è ben diverso da quello diffuso dal blog di Grillo".

In particolare l’originale (firmato) di questo contratto è differente nella parte che contiene l’accettazione espressa da parte della Raggi di alcune clausole vessatorie, tra le quali della penale da 150mila euro - conclude Cirinnà e Bianchi - Circostanza che fa di questo così detto codice etico un vero e proprio contratto. Altro che impegno di natura etica e non giuridica come si sono affrettati a definirlo nelle loro rispettive difese. Sussistono, quindi, a nostro parere tutti gli elementi non solo perché il tribunale dichiari la nullità del contratto, ma anche per la dichiarazione di ineleggibilità della stessa Raggi, che a questo punto farebbe meglio a lasciare volontariamente la poltrona prima che a costringerla sia una sentenza”.

 
Referendum: Cirinna', giunta Raggi sperpera soldi pubblici Stampa E-mail

Leggi tutto..."In 21 anni di Consiglio Comunale a Roma non ho mai visto una tale ignobile sceneggiata e uso così spregiudicato delle istituzioni quale quello messo in atto da Virginia Raggi e da M5S. Non si è mai visto, infatti, che in aula fosse fatto votare un documento di propaganda che nulla ha a che fare con i problemi e gli interessi della città. Mentre Roma è allo sbando tra scioperi dei mezzi pubblici, dei vigili, della raccolta dei rifiuti, e buche - nelle quali è caduto anche Grillo  - che non possono essere riparate perchè non ci sono le risorse e non vengono rinnovati i contratti di manutenzione, la Giunta si dedica a fare propaganda referendaria". Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà. 
"Non si è mai visto - aggiunge - che un'amministrazione comunale, eletta per fare gli interessi dei cittadini, adottasse comportamenti cosi palesemente scorretti. Il Sì o il No a un referendum costituzionale non sono materia su cui pronunciarsi, ma Virginia Raggi, evidentemente, non ha per niente chiaro che è la sindaca di tutti. Non nè è proprio capace". 
"Siamo di fronte - conclude Cirinnà - ad uno sperpero di soldi pubblici (perchè anche le sedute di Consiglio comunale, cari grillini, hanno un costo) del quale M5S deve rispondere di fronte ai romani".

 
Roma: Cirinna', macchina amministrativa partita? Sfrontatezza M5S Stampa E-mail

“Sentire che si è sciolto il mini-direttorio M5S che aveva messo sotto tutela la Raggi perchè la macchina amministrative è partita farebbe ridere se non fosse ridicolo e tragico. La Giunta perde pezzi tra le bugie della sindaca, con un'assessora sub iudice, e si ha la sfrontatezza di dire che la macchina è partita? Siamo di fronte ad un insulto bello e buono che M5S fa ai romani e agli elettori che li hanno votati". Lo scrive la senatrice del Pd Monica Cirinnà sulla sua pagina Facebook. 

 
Cirinnà: Silenzio della Raggi su contratto preoccupante Stampa E-mail

Cittadini devono sapere se è candidata libera o tenuta al guinzaglio

Il silenzio della candidata Raggi sui suoi accordi con la Casaleggio Associati e M5S è molto preoccupante. Ha firmato o no il contratto che le impone di sottostare al vaglio di altri nelle sue scelte amministrative e che, in caso di comportamento difforme dalle direttive, dovrebbe pagare di tasca propria sanzioni per centinaia di migliaia di euro?
I cittadini devono sapere se si trovano di fronte ad una candidata libera o se è tenuta al guinzaglio da qualcuno in base ad accordi segreti.
Il suo silenzio non lascia pensare nulla di buono”. 

Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà

http://www.senatoripd.it/stampa/cirinna-silenzio-della-raggi-su-contratto-preoccupante/

 
Calcio: Cirinnà, società olandese paghi danni dello scempio a Roma Stampa E-mail

Quanto è avvenuto nelle strade di Roma ad opera dei tifosi del Feyenoord è un oltraggio alla città e allo sport. E' necessario che le istituzioni sportive, Coni e Figc, si facciano valere a livello internazionale perchè innanzitutto la società olandese venga chiamata a risarcire in solido i danni provocati dallo scempio dei suoi tifosi. 
Non è pensabile che si possano far passare come normali e impuniti comportamenti che hanno messo a repentaglio la sicurezza dei cittadini, danneggiato attività commerciali e devastato il centro e le opere artistiche e storiche della Capitale". 

Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà

 
Giovedì 4 Dicembre: fiaccolata per Roma Stampa E-mail

Care amiche ed amici Giovedì prossimo, 4 Dicembre alle ore 18, sarò presente in Campidoglio alla fiaccolata per "Roma città aperta sicura inclusiva". Vi aspetto.

Leggi tutto...

 
Roma: Cirinnà a Marino, serve cambio di passo anche su diritti animali Stampa E-mail

Il restyling della Giunta non sia una "romanella" ma cambiamento reale

"E' necessario che il sindaco Marino e la maggioranza, in questa fase di riflessione e ripartenza del governo di Roma, non dimentichino di rispettare gli impegni presi in campagna elettorale, a partire dai diritti per gli animali, sui quali l'allora candidato sindaco Marino si era favorevolmente speso.
Per questo è indispensabile un robusto cambio di passo dell'Ufficio Benessere degli animali che è stato oggetto di pesanti critiche, che io condivido, da parte di tutte le associazioni del settore. Condivido le preoccupazioni espresse dal mio capogruppo Zanda e l'appello del vicesegretario Guerini: il restyling della Giunta non può essere una "romanella" ma serve un sostanziale cambio di passo". Lo dichiara la senatrice del Pd Monica Cirinnà

 
Salario accessorio: Cirinnà, situazione kafkiana, urge rimedio da governo Stampa E-mail

Esprimo solidarietà e vicinanza alle lavoratrici e ai lavoratori del comune di Roma che vedono minacciata l’integrità delle proprie retribuzioni. Quanto accade in queste ore ricorda le più classiche situazioni kafkiane. Serve un provvedimento lampo del governo per mettere a riparo le retribuzioni di migliaia di dipendenti dei comuni d’Italia.

Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 7
www.monicacirinna.it - Monica Cirinnà - Senatrice della Repubblica per il Partito Democratico. Template basato su sorgente della Next Level Design

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookies e per sapere come bloccarli, vedi la nostra cookies policy.

Accetto i cookies da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information