Fotogallery Menu

Seguimi su Facebook

La mia attività al Senato

Senato.it - Monica CIRINNA' - XVII Legislatura
Attività svolta nel corso della legislatura
Senato.it - Monica CIRINNA' - XVII Legislatura
  • Intervento su DDL
    2ª Commissione permanente (Giustizia) in sede referente (seduta pom. n. 406)
    S. 2719 Modifiche al codice civile, al codice di procedura penale e altre disposizioni in favore degli orfani di crimini domestici
  • Intervento su DDL
    2ª Commissione permanente (Giustizia) in sede referente (seduta pom. n. 405)
    S. 2719 Modifiche al codice civile, al codice di procedura penale e altre disposizioni in favore degli orfani di crimini domestici
  • Intervento su DDL
    2ª Commissione permanente (Giustizia) in sede deliberante (seduta pom. n. 402)
    S. 2719 Modifiche al codice civile, al codice di procedura penale e altre disposizioni in favore degli orfani di crimini domestici
Home Il Mio Impegno ---> per le Unioni Civili
---> Unioni Civili
Prossimi appuntamenti Maggio Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 22 Maggio 2016 00:00

Prossimi appuntamenti:

Martedì 31 Maggio  - Ore 18.00

Francavilla (Ch)

Diritti al Cuore

Leggi tutto...
Ultimo aggiornamento Martedì 31 Maggio 2016 14:23
 
Unioni civili: raid di Forza nuova a dibattito con Cirinnà a Gaeta Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 14 Maggio 2016 20:52

Nel corso di un dibattito con Monica Cirinnà presso la Sala Convegni di Serapo, vicino Gaeta, hanno fatto irruzione 12 neofascisti con giubotti mimetici, conosciuti come appartenenti a Forza Nuova, che hanno srotolato uno striscione e urlato slogan contro la senatrice del Pd e la legge sulle unioni civili. Il pubblico presente all’incontro, oltre 100 persone, ha reagito e, dopo alcuni momenti concitati, il gruppo è stato sospinto verso l’uscita. Sul posto sono arrivati gli agenti della Digos che stanno indagando per identificare i partecipanti al raid.

“Dopo l’aggressione al Gay Center di Roma, oggi Gaeta. Mentre il nostro Paese svolta sui diritti civili c’è un preoccupante rigurgito neofascista al quale i cittadini rispondono però con fermezza democratica. Auspico che le forze dell’ordine vigilino perchè episodi simili non si ripetano. E’ quanto mai urgente che il Parlamento approvi al più presto la legge sull’omofobia per configurare questo reato e punire adeguatamente simili comportamenti”, ha commentato la sen. Cirinnà.

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Maggio 2016 21:32
 
I prossimi passaggi per le unioni civili Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 14 Maggio 2016 11:30

Con queste poche righe vi voglio ringraziare per le tante parole di stima e affetto, e rispondere al quesito più ricorrente in queste ore. 
Quali saranno ora i passaggi successivi e i tempi ?

Dopo l'approvazione definitiva da parte della Camera, la legge deve essere firmata dal Presidente del consiglio, poiché è una legge di iniziativa parlamentare e poi firmata anche dal Presidente della Repubblica. Dopo tale firma verrà promulgata e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale e sarà a tutti gli effetti legge dello Stato. 
I commi da 1 a 34, relativi alle unioni civili tra persone dello stesso sesso, entreranno in vigore il giorno stesso della pubblicazione. Tuttavia, per poter celebrare le prime unioni, sarà necessario attendere l'adozione da parte del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, (su proposta del Ministro dell'Interno) di un decreto - previsto dal comma 34 - che darà ai sindaci e agli ufficiali dello stato civile tutte le indicazioni e le istruzioni per la celebrazione.

Leggi tutto...
 
Un gran giorno per il nostro paese Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 11 Maggio 2016 12:49

Questo 11 maggio è un gran giorno per il nostro Paese e per la nostra democrazia. Un momento storico che segna il passo sul tema dei diritti in Italia: passiamo dal diritto di famiglia al diritto delle famiglie. Da oggi cambierà la vita di molte persone e sono certa che questa legge porterà felicità a chi fino ad ora non l'ha avuta. 
Da oltre 30 anni l'Italia aspettava di fare questo passo un primo passo, ma un passo importante. Il Parlamento ha per troppo tempo ignorato la richiesta di diritti e di dignità che veniva dalla coppie di persone dello stesso sesso, non legittimando l'esistenza di tanti cittadini e delle loro scelte di vita. Non potevamo più attendere, non potevamo far passare altro tempo da quando nel lontano 2010 la nostra Corte Costituzionale con la sentenza 138 chiese al Parlamento di provvedere con "estrema sollecitudine" al riconoscimento delle coppie omosessuali. 
Nonostante arrivassimo con questo enorme ritardo c'è stato addirittura chi in Parlamento ha lamentato ancora con sfacciataggine l'assenza di confronto. Sono grata a tutti coloro che hanno lavorato in Parlamento per arrivare a questa legge pur nella delusione di non aver dato una risposta completa a tutti. Abbiamo fatto un passo e altri se ne faranno. Il mio pensiero va anche a tutti coloro che hanno messo in gioco la loro vita e le loro storia d'amore lottando al nostro fianco, penso anche a chi è rimasto schiacciato dalla paura, dalla discriminazione e dall'omofobia. Penso con amore e riconoscenza alle famiglie arcobaleno che ancora subiscono discriminazioni.

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Maggio 2016 23:02
 
Unioni civili il 9 Maggio in discussione alla Camera Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 27 Aprile 2016 16:14

E' deciso. Il 9 maggio il ddl sulle unioni civili arriva nell'aula della Camera per la sua approvazione definitiva. Matteo Renzi aveva promesso che dopo la stagione delle riforme sarebbe arrivata quella dei diritti e così è stato. Grazie all'impegno tenace del Pd, nonostante tutti coloro che si sono battuti perchè questo non avvenisse o hanno cercato di sabotare il testo con indegni voltafaccia per puro sciacallaggio politico.

Finalmente anche l'Italia avrà, come la quasi totalità dei Paesi europei, una legge che mette tutti i cittadini in grado di amarsi e sviluppare il proprio progetto di vita in comune, riconoscendo non soltanto i diritti delle coppie same-sex che vogliono unirsi civilmente, ma anche di tutti coloro, etero e omo, che convivono e che per la legge italiana non esistevano.

E' un primo grande passo di civiltà sociale e politica del nostro Paese come non se ne vedevano da oltre 30 anni. Andremo avanti fino al pieno riconoscimento del matrimonio egualitario.

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Maggio 2016 23:03
 
Incontro al Campus Urbano di Torino Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 15 Aprile 2016 15:32

Con grande piacere ho partecipato oggi all'incontro a Torino al Campus urbano. Una struttura moderna, innovativa e inclusiva, come dovrebbero essere tutte le università italiane. Ho accettato volentieri l'invito del prof. Favale per raccontare, in un incontro aperto anche al pubblico esterno, l'avventura della legge sulle unioni civili. Penso anche io che il Movimento debba essere avanguardia, ma penso anche che ascoltarsi e parlarsi sia modo migliore per costruire percorsi comuni. Per questo comprendo, essendo anche io a favore del matrimonio egualitario, le ragioni di quei 7 studenti che hanno inscenato una legittima protesta in apertura di dibattito per poi abbandonare l'aula. Sarebbe stato meglio, però, parlarsi e ascoltarsi per costruire insieme il futuro cammino dei diritti.

Leggi tutto...  Leggi tutto...

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Maggio 2016 23:03
 
Unioni Civili: le prossime tappe verso l'approvazione Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 11 Aprile 2016 14:30

Quale sono i tempi per la legge sulle Unioni Civili? Come già indicato più volte facciamo il punto della situazione.

Dai primi di marzo il provvedimento, approvato dal Senato con voto di fiducia, si trova in commissione giustizia della Camera. Il regolamento della Camera prevede obbligatoriamente che i testi di legge permangano all'esame della commissione per almeno due mesi.
Dopo la relazione introduttiva della relatrice, le opposizioni hanno chiesto alcune audizioni. La presidente della commissione ha assunto tutte quelle già effettuate al Senato e ne ha concesse solo due nuove per gruppo. La fase delle nuove audizioni è già terminata.

Leggi tutto...
 
Per tutti coloro che mi hanno scritto Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 22 Marzo 2016 15:10

E' passata qualche settimana dal voto del Senato sulle unioni civili e trovo ora il tempo di fare il punto sui pensieri e sulle emozioni di questo periodo. Sono stati giorni nei quali ho avuto il tempo di leggere i tanti messaggi che ho ricevuto. Di chi ha espresso felicità perchè sente che la legge aprirà nuove solidità e sicurezze alla propria vita affettiva e familiare, ma anche di coloro che mi hanno comunicato le loro critiche, disappunto e delusione. Oltre a qualche messaggio di attacco, se non d'insulto. 

Ho letto tante testimonianze che mi hanno fortemente emozionato, vedere che una legge sulla quale ho lavorato tanto intensamente per 2 anni ha degli effetti così concreti nella vita di tante coppie continua a colpirmi nel profondo. Così come ho avuto modo di riflettere sugli argomenti di chi si è professato deluso perchè non sono stati raggiunti tutti i risultati prefissati.

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Maggio 2016 23:04
Leggi tutto...
 
Convegno:"Continuità degli affetti. Istruzione per l'uso della legge 173/2015 Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 14 Marzo 2016 16:07

Giovedì 17 Marzo - Ore 10.30-16.00 

CONTINUITA' DEGLI AFFETTI.
ISTRUZIONI PER L'USO DELLA LEGGE 173/2015

Senato della Repubblica
Sala dell'Istituto di Santa Maria in Aquito
Piazza Capranica, 72 - Roma

 Con:

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Maggio 2016 23:05
Leggi tutto...
 
#unionicivili e convivenze - Appuntamento a Fano Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 04 Marzo 2016 15:57

Leggi tutto...Fano - Lunedì 7 Marzo ore 18
ex Chiesa San Leonardo

#unionicivili e convivenze

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Maggio 2016 23:05
 
Un primo passo verso il matrimonio egualitario Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 01 Marzo 2016 22:17

.. Adesso cosa facciamo? Facciamo una rivendicazione positiva. Abbiamo ottenuto il primo passo, abbiamo ottenuto tutti i diritti sociali, abbiamo un nuovo istituto che ci riconosce. Facciamo tutti insieme una grande battaglia per arrivare al matrimonio egualitario, per arrivare alla adozioni per tutti e di tutti. Facciamo una piazza che sia di festa e di felicità, per un primo passo importante...

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Maggio 2016 23:05
 
Intervento in aula del Senato sulla fiducia al ddl Unioni Civili Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 25 Febbraio 2016 16:17
Monica Cirinnà - Discorso Conclusivo Senato

Comunque la pensiate adesso, ascoltate questo discorso. Contiene tutto quello che è successo in questi due anni e nelle ultime settimane per arrivare fino a qui. Tutta la sincerità e la stanchezza, tutta la sofferenza, non solo della Senatrice Cirinnà, ma di chi in prima linea si è impegnato per portare avanti la battaglia dei diritti. Contiene tutte le spiegazioni anche ai dubbi che in queste ore circolano riguardo obbligo di fedeltà e altre questioni simili. Adesso da qui si riprende. Da questa sofferenza e da questo innegabile importante risultato. Da oggi, cittadini fino a ieri invisibili, avranno cittadinanza per lo Stato Italiano. Ci basta? Assolutamente no, è solo l'inizio. E da questo inizio ripartiamo tutti insieme.

Pubblicato da Diritti Democratici su Giovedì 25 febbraio 2016

Oggi l'Italia apre una nuova pagina del Diritto di famiglia, portando  diritti a  tutte quelle coppie formate da persone dello stesso sesso che già esistono per la società ma non agli occhi del Diritto.

Penso ai due milioni e mezzo di cittadini italiani che hanno scelto di intraprendere un percorso di vita in coppia senza sposarsi o unirsi civilmente:, coppie di fatto cui questa legge riconoscerà finalmente dignità e diritti.

L'italia non sarà più ultima in tema di diritti civili.

Un buon risultato ma solo un primo traguardo, altri ne dovremo superare con lo stesso impegno e la stessa determinazione.

Il Pd ha creduto in questa legge a tal punto da tentare di andare oltre quei confini, che raramente si superano, tra maggioranza e opposizione, mettendo da parte convenienze e protagonismi e ponendo al centro l'interesse dei cittadini.

Abbiamo vissuto ore terribili nelle ultime settimane, ore nelle quali posizioni ideologiche, tatticismi e calcoli politici hanno costretto il governo alla decisione più difficile, ma anche la più coraggiosa: porre la fiducia sul miglior testo possibile alle condizioni date dai numeri di questo Senato. Ripeto, il PD ha creduto in questa legge. La nostra volontà era chiara, era scritto nel premissivo Marcucci: un nuovo istituto giuridico, le unioni civili, con pienezza di diritti e doveri reciproci all'interno della coppia e il riconoscimento dell'estensione della responsabilità genitoriale attraverso l'applicazione della lettera b dell'articolo 44 della legge sulle adozioni.

Ultimo aggiornamento Giovedì 25 Febbraio 2016 18:07
Leggi tutto...
 
Dichiarazione al Senato - Unioni Civili Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 02 Febbraio 2016 17:27
Intervento durante la discussione sulle Unioni Civili

Il mio intervento a sostegno del DDL sulle Unioni Civili durante la discussione in Senato.Come affermava il grande Ettore Scola: "Bisogna credere ai miracoli, soprattutto quelli fatti dall'uomo impegnarsi perché i sogni e le utopie si realizzino" .

Pubblicato da Monica Cirinnà su Martedì 2 febbraio 2016

Il mio intervento a sostegno del DDL sulle Unioni Civili durante la discussione in Senato.Come affermava il grande Ettore Scola: "Bisogna credere ai miracoli, soprattutto quelli fatti dall'uomo impegnarsi perché i sogni e le utopie si realizzino" .

Pubblicato da Monica Cirinnà su Martedì 2 febbraio 2016

Il testo dell'intevento:

Onorevoli colleghi, onorevoli colleghe. È molto difficile per me raccontare in pochi minuti la straordinaria avventura che mi è capitato di vivere in questi due anni di lavoro sul testo di cui discutiamo oggi, è difficile perché più che di questioni di diritto e di giurisprudenza, nazionale ed internazionale, vorrei tentare di comunicarvi le emozioni che ho provato girando l'Italia, da Aosta a Barletta, incontrando centinaia di persone: coppie, famiglie, militanti di tutti i partiti, attivisti Lgbti, tutti cittadini interessati a cambiare questo paese.

Ciò che appare ormai chiaro agli italiani è che il contrario della parola discriminazione è uguaglianza. Ma attenzione questa non è ideologia ma semplicemente giustizia! tenetelo a mente colleghi quando dovremmo discutere gli emendamenti ogniqualvolta sarà violato il principio di uguaglianza avremmo prodotto una discriminazione e ci esporremo al vaglio di ragionevolezza della corte costituzionale . Un diritto può essere riconosciuto o negato : è su questo che si esprimono giuristi e magistrati poiché i diritti incidono sull'ordine costituito . Se un diritto è riconosciuto senza limiti costrittivi ad alcuni e ingiustamente negato ad altri c'è discriminazione !

Un altro motivo di difficoltà che ho affrontato in questo duro lavoro è quello di percorrere la strada della creazione di un nuovo istituto giuridico , appunto le unioni civili tra persone dello stesso sesso, pur essendo personalmente favorevole, come molti tra noi, all'estensione del matrimonio egualitario.

È per questo , e vi chiedo scusa, se qualche volta nelle discussioni pubbliche o private sono stata forse un po' brusca; ho cercato semplicemente di dimostrare che , anche rispetto al resto d'Europa, il nuovo istituto delle unioni civili è già una sintesi moderata e ogni tentativo di mediazione sui diritti può produrre discriminazioni.

A lungo mi sono posta come  domanda se questa proposta fosse effettivamente ciò di cui hanno bisogno le famiglie arcobaleno, se fosse all'altezza delle loro legittime richieste. E' stato difficile perché ho vissuto sulla mia pelle i risvolti di un dibattito viziato dalla disinformazione e dalla strumentalizzazione che dalla discussione in commissione fino ad oggi ha appesantito un iter parlamentare di per sé complicato.

Ultimo aggiornamento Martedì 02 Febbraio 2016 18:11
Leggi tutto...
 
Unioni Civili: Cirinna', bene Grecia, a breve anche Italia avra' buona legge Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 23 Dicembre 2015 17:49

“Anche la Grecia ha approvato una legge per regolamentare le unioni civili delle coppie same-sex e lo ha fatto con le specificità dell'ordinamento vigente in quel Paese.
In particolare sul fronte delle adozioni che, è il caso greco, sono, per esempio, permesse per i single. E' una buona notizia. A breve anche l'Italia saprà fare meglio e bene con l'approvazione di un testo sul quale il Parlamento ha ampliamente lavorato giungendo ad una soluzione equilibrata che riconosce diritti non più derogabili.
La decisione della Corte d'Appello di Roma indica che la soluzione che abbiamo identificato per garantire alle famiglie arcobaleno l'estensione della responsabilità genitoriale è un primo passo importante per assicurare la tutela di tanti bambini, come gli stessi tribunali italiani stanno riconoscendo". Lo dichiara la senatrice Monica Cirinnà, relatrice del provvedimento in commissione Giustizia.

 
La discussione in aula sul DDL Unioni Civili Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 14 Ottobre 2015 16:39

Leggi tutto...Il testo che l'aula del Senato ha incardinato oggi risponde a pieno al programma e gli impegni presi da Matteo Renzi. Il Pd ha sostenuto con coraggio un disegno di legge, oggi il 2081 a mia prima firma, che punta finalmente a riconoscere anche in Italia diritti e doveri importanti per la vita di migliaia di persone. Un coraggio sostenuto da una volontà ferma e da un impegno costante che ha permesso di affrontare e superare i mesi di ostruzionismo in Commissione per poi arrivare a portare il testo in aula. Il testo sulle unioni civili che ora è in aula è stato sottoscritto da oltre 70 senatori del Pd.  

Ultimo aggiornamento Mercoledì 14 Ottobre 2015 17:01
Leggi tutto...
 
Nuovo testo DDL: Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 07 Ottobre 2015 23:02

DISEGNO DI LEGGE

d’iniziativa dei senatori CIRINNÀ, LUMIA, CASSON, CAPACCHIONE, CUCCA, FILIPPIN, GINETTI, LO GIUDICE e TONINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 6 OTTOBRE 2015

Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze

Leggi tutto...
 


Pagina 2 di 4
www.monicacirinna.it - Monica Cirinnà - Senatrice della Repubblica per il Partito Democratico. Template basato su sorgente della Next Level Design

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookies e per sapere come bloccarli, vedi la nostra cookies policy.

Accetto i cookies da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information