Malagrotta: il gattopardismo di Alemanno

0 Comment
76 Views

La presenza del Sindaco Alemanno alla manifestazione contro la proroga per la discarica di Malagrotta e la realizzazione dell’impianto di Monti dell’Ortaccio assume un carattere vagamente ‘gattopardesco’.
Proprio colui che  aveva promesso di chiudere la discarica più grande d’Europa in campagna elettorale e che  si è contraddistinto per non aver fatto nulla riguardo alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti  oggi protesta senza aver avanzato alcuna proposta o aver indicato alcun sito alternativo a Malagrotta.

Peraltro gli impianti AMA di Rocca Cencia per il trattamento dei rifiuti  multi materiale sono fermi da tre anni e la raccolta differenziata in cinque anni ha avuto l’ incremento di un misero 5%. Nel IV° Municipio la sperimentazione della raccolta differenziata risulta un totale fallimento evidenziato dall’accumularsi nelle strade dei rifiuti.
L’AMA è stata l’azienda capitolina più interessata dallo scandalo di ‘Parentopoli’ contribuendo con questo al totale fallimento della politica sui rifiuti della Giunta Alemanno.  La protesta dei cittadini della Valle Galeria è condivisibile dopo una servitù trentennale che ha comportato notevoli danni ambientali e alla salute il capitolo discariche deve essere chiuso e quel territorio bonificato.
Una domanda però sorge spontanea: che ci fa Alemanno in quella manifestazione? L’emergenza attuale è figlia dell’assoluta inefficienza della giunta Alemanno e dello scaricabarile del Sindaco criticato giustamente dal ministro Clini.
I gattopardismi di Alemanno non sono credibili il Sindaco non ha alcuna ad associarsi alla dei cittadini della Valle Galeria.


Ancora omofobia, ancora rigurgiti fascisti

Questa mattina, per l’ennesima volta in pochi mesi, Roma si...

Muratella: Cirinnà, canile nel degrado completo, Raggi batta un colpo

"Il certificato degrado del canile della Muratella indica tutta l'incapacità...

Leave your comment