Violenza donne. Cirinnà: “Stop permesso di soggiorno a bengalese e no a nuovo ingresso in Italia”

0 Comment
33 Views

“Al cittadino Bengalese che ieri sera, al Quadraro, ha sfregiato con l’acido muriatico la moglie e ferito la figlia deve essere revocato, una volta condannato, il permesso di soggiorno se ne è in possesso ed impedito di rientrare per sempre nel nostro paese quando avrà scontato la pena per il reato commesso o comunque dopo l’espulsione.

 Chiedo al Ministero dell’Interno e alla Questura di Roma di assicurare che a questo signore che si è macchiato dell’ennesima aggressione contro una donna, non sia più permesso l’ingresso nel nostro paese.

Credo che la revoca del permesso di soggiorno e il divieto di ingresso nel nostro paese, sia una misura da applicare anche prima della condanna definitiva e ogni qual volta un cittadino straniero commette aggressioni e reati contro le donne, a tale proposito presenterò immediatamente un emendamento al ddl femminicidio, in discussione nelle commissioni in Senato. 

Sono certa che il Sindaco Marino e il consiglio comunale tutto voglia sollecitare il ministero dell’interno affinché la revoca del permesso di soggiorno divenga prassi per questo tipo di reati e che il centro anti violenza del comune di Roma saprà come prendersi  cura della signora e della bambina  oggetto ambedue  della brutale  aggressione dell’uomo.”

 

E’ quanto dichiarato in una nota dalla senatrice del PD Monica Cirinnà

 


Sale la presenza femminile in parlamento

La buona notizia è che la rappresentanza femminile in parlamento...

Orfani femminicidio - Cirinnà: Legge fondamentale, altro passo per diritti umani e civili

“Finalmente l’Aula del Senato si appresta a votare il disegno...

Leave your comment