“Il parlamento è in stallo, affidiamolo alle donne”. Alcune riflessioni

0 Comment
43 Views

cirinna all'assemblea degli eletti al parlamento del PDCare tutte e tutti,
in questo momento di grande incertezza e di attesa vorrei condividere con voi qualche riflessione e uno splendido contributo (sul quale vi chiedo commenti) che ho ricevuto da quella magnifica mente femminile, la Presidente di Differenza Donna Manuela Moroli, giornalista già direttrice di  Quotidiano donna. 

Ieri sono stata alla prima riunione degli eletti al Parlamento del Partito Democratico, si respirava un’aria da “The day after”, o come direbbe Grillo, da scatoletta di tonno che sta per essere aperta! É stato un po’ triste, ma non è giusto che sia così .

Noi, proprio noi nuovi eletti, tante donne e tanti giovani, dobbiamo reagire a questo clima e dimostrare con il nostro comportamento limpido, sobrio e competente che il Parlamento é il tempio della democrazia non il luogo della casta e dei privilegi, non prestiamoci all’omologazione per la quale i politici sono tutti uguali, tutti ladri. Abbiamo ereditato dai governi PdL – Lega il discredito delle istituzioni e dei partiti, l’idea di un Parlamento come luogo di mercimonio e interessi personali, tocca quindi a noi ridare da subito credibilità alle istituzioni ricostruendo la moralità pubblica.
Il vero rischio che il paese sta  correndo é quello dello stallo, che se prolungato può avere due esiti, entrambi pericolosissimi: ancora grandi dosi devastanti di austerità, quindi di recessione e gravissima crisi sociale, oppure il rischio di rottura dell’euro che ci riporterebbe ad una temibile crisi finanziaria.

Proprio sul tema dello stallo trovo molto giusta la riflessione di Differenza Donna che affidò ai vostri pensieri.

 
Vi abbraccio
 
Monica
 
 

Caso Cucchi: finalmente la verita'

Sul caso Cucchi finalmente la verità sconfigge i pregiudizi.  Anni...

Atto di barbarie giuridica, da Salvini pose truci

Il tanto sbandierato decreto sicurezza è un atto di barbarie...

Leave your comment