Arresti Roma: Cirinnà, fare luce su caso D’Erme, c’è indagine anche su Militia?

0 Comment
22 Views

“L’arresto e la detenzione a Regina Coeli di Nunzio D’Erme e gli arresti domiciliari di Marco Bucci sono atti quanto meno dubbi sui quali è necessario fare luce”. Lo ha detto la senatrice del Pd Monica Cirinnà uscendo dal carcere romano dove è andata a visitare dell’ex consigliere capitolino.
“Ho incontrato D’Erme che è detenuto in stato di custodia cautelare e l’ho trovato in buone condizioni, nonostante le sorprendenti motivazioni per le quali si trova detenuto – sottolinea – Trovo inspiegabile che si sia proceduto ad un arresto, per possibile inquinamento delle prove, dopo cinque mesi dai fatti che, è bene ricordarlo, riguardano un convegno sull’omofobia, regolarmente autorizzato e al quale partecipavano vari rappresentanti delle istituzioni della Capitale. Un convegno che è stato interrotto dall’assalto violento di esponenti di Militia Christi che è la causa degli incidenti successivamente avvenuti”.

“Trovo molto insolito che a seguito di un simile fatto – conclude Cirinnà – ad essere arrestato sia stato un partecipante al convegno e non chi si era recato lì con l’unico intento di creare disordini.
Chiedo pertanto di sapere se è in corso un’analoga indagine e procedimento giudiziario a carico degli esponenti di Militia Christi coinvolti negli scontri. E’ necessario fare chiarezza poichè non è pensabile che a Roma non sia possibile far svolgere pacificamente incontri e convegni democratici su argomenti sensibili, come i diritti civili, senza che sia messa a rischio l’incolumità dei partecipanti e, cosa ancor più paradossale, senza che vengano arrestati gli organizzatori invece degli aggressori”.


Fontana? Non dovrebbe stare al governo.

Il ministro Fontana insiste ad attaccare la legge Mancino, ad...

Far West Italia: preoccupante ondata razzista

Sono profondamente scossa dal moltiplicarsi di episodi di violenza motivati...

Leave your comment