Caccia alla volpe in tana. Lettera al Presidente della Provincia di Siena

0 Comment
33 Views

SENATO DELLA REPUBBLICA

Roma, 2 aprile 2013

Simone Bezzini
Presidente della Provincia di Siena
Fax 0577XXXXX

In qualità dei senatori del Partito Democratico, firmatari della presente, facciamo appello al Presidente della Provincia di Siena per esprimere la nostra disapprovazione per la annunciata “caccia alla volpe in tana” già autorizzata dal 1^ aprile e ora sospesa per un mese, come “attività di controllo” negli Istituti faunistici della Provincia di Siena.

Molti di noi disapprovano la caccia in generale, ricordando che anche la stagione venatoria appena terminata ha prodotto, come ogni anno, vittime tra gli uomini, oltre la strage di animali e i danni all’ambiente.

La caccia alla volpe in tana rappresenta una ulteriore crudeltà, che non ha fondatezza dal punto di vista scientifico, e non tutela l’ambiente; tale caccia in tana si svolge in pieno periodo riproduttivo, i cuccioli appena nati sono cacciati, sbranati da cani addestrati e le madri, intente ad allattare, sono uccise nelle loro tane o durante una fuga disperata.

Chiediamo quindi alla Giunta provinciale di Siena di non reiterare i provvedimenti autorizzativi mettendo a punto invece sistemi ecologici e incruenti di controllo delle popolazioni di animali selvatici, con censimenti effettuati da organismi scientifici indipendenti e terzi.

Invitiamo ad aderire al nostro appello i rappresentati di tutti gli Enti locali toscani e in particolare della Provincia di Siena, le istituzioni locali e tutte le associazioni animaliste e ambientaliste insieme ai singoli cittadini.

Monica Cirinnà,
Rosa Maria Di Giorgi, Silvana Amati, Claudio Martini, Vannino Chiti,
Manuela Granaiola, Riccardo Nencini (PSI), Roberto Cociancich, Anna Maria Parente,


XVIIILegislatura

XVIIILegislatura

Firmata l'adesione al gruppo dei Senatori del Partito Democratico. Alle 10.30...

Interrogazione parlamentare sul caso di Perugia

Interrogazione a risposta orale Al Ministro dell’interno Premesso che: la...

Leave your comment