Omniroma-COMUNE, CIRINNÀ (PD): BUONTEMPO ENNESIMO ESPONENTE DESTRA DELUSO DA ALEMANNO (OMNIROMA) Roma, 10 FEB –

0 Comment
44 Views

 «Fa piacere constatare che anche Teodoro Buontempo si sia accorto del fallimento di Alemanno, peccato il suo partito abbia contribuito a farlo eleggere a suo tempo… Siccome Buontempo è l’ennesimo esponente della destra che ‘bacchettà Alemanno

dichiarando delusione, mi domando se non sia il caso che Storace dia una linea univoca ai suoi, che alla Regione sono al governo, sul piano nazionale si apprestano ad esprimere un sottosegretario per puntellare il crollo di Berlusconi e al Comune fanno opposizione durissima. L’unica cosa che condivido con Buontempo è il giudizio sull’assoluto fallimento delle ripetute ordinanze sulla prostituzione, fallimento che chiunque giri per le strade di notte a Roma ha sotto gli occhi». È quanto dichiara, in una nota, la consigliera del Pd Monica Cirinnà presidente della Commissione delle Elette del Comune di Roma. «Al contempo, quello che lascia esterrefatti – anche per il sorprendente tempismo, vorrei aggiungere – è la posizione di Buontempo su un problema come la prostituzione. Secondo l’assessore regionale della Destra è un problema solo per le tasse non pagate, i contributi non versati, e per le malattie che potrebbero contrarre i clienti – continua Cirinnà – Io credo che questa politica, espressa dal centro-destra, stia trascinando il nostro paese in un’epoca buia che pensavamo fosse superata. Lo sfruttamento delle donne e la concezione del corpo della donna come merce di scambio ha prodotto solo arretratezza culturale, mancanza di diritti e di parità, ingiustizia sociale. Per questo domenica 13 febbraio tante donne, come me, manifesteranno in piazza del Popolo, contro questa orrenda e pericolosa politica del centro-destra». red 101654 FEB 11


India, decisione storica; l'omosessualità non è più reato

Le Costituzioni sono organismi viventi e aiutano le società a...

Vanity Fair - Monica Cirinnà: «Non toccate la legge sulle unioni civili»

La prima firmataria della storica legge, rieletta in Senato, teme...

Leave your comment