Repubblica.it: Unioni civili, Cirinnà: “Partire dalla cultura per eliminare discriminazioni”

0 Comment
123 Views

“Dopo l’approvazione della legge sulle unioni civili in Parlamento e dopo l’emanazione dei decreti attuativi la politica non ha ormai più nulla da fare per affermare i diritti delle persone lgbt e per portare l’uguaglianza in questo Paese. La prossima tappa è senza dubbio l’approvazione del matrimonio ugualitario, ma per arrivarci abbiamo bisogno di una rivoluzione culturare”. Così Monica Cirinnà a margine della presentazione del libro di Eugenia Romanelli, ‘La donna senza nome’. “Abbiamo bisogno – continua – di tutti coloro che agiscono nel mondo della cultura, abbiamo bisogno di far capire alle persone che dove si integra e dove arriva l’uguaglianza non c’è più discriminazione”

(video di Cristina Pantaleoni)


Istat: in Italia 13mila unioni civili

Istat: in Italia 13mila unioni civili - Più frequenti nelle...

Dati Istat confermano che c’è finalmente un’altra Italia

I dati diffusi dall’Istat sul numero delle unioni civili celebrate...

Leave your comment