ARANCIERA: vergognoso uso privato di De Lillo per compleanno della figlia

0 Comment
58 Views

Roma, 4 Novembre 2008

Abuso di ufficio per fini personali, Alemanno lo sollevi dall’incarico e si indaghi su ‘chi controlla il controllore’

ARANCIERA: CIRINNA’ (PD), VERGOGNOSO USO PRIVATO DI DE LILLO PER COMPLEANNO DELLA FIGLIA  

“Nei miei 15 anni di Consiglio Comunale non mi era mai capitato di assistere ad un abuso così grave come quello commesso dall’assessore De Lillo che ha utilizzato l’Aranciera di Porta Metronia per il compleanno della figlia. Spero, almeno, che abbia sostenuto di tasca propria le spese della festa, ma prima per saperlo si deve indagare su chi ‘controlla il controllore’, visto che il nulla-osta per l’uso dell’aranciera, come si legge dal quotidiano La Repubblica, De Lillo l’ha concesso a se stesso”.

E’ quanto dichiara Monica Cirinnà, consigliere comunale Pd, che aggiunge: “Auspico che il Sindaco voglia immediatamente sollevare dall’incarico l’assessore De Lillo ed accertare, rendendole pubbliche, con quali atti o determinazione sia stato autorizzato l’uso privato dell’immobile, in deroga a quando finora stabilito dalla determinazione dirigenziale numero 117, che vincola l’aranciera ad usi culturali e didattici. Questa Giunta, che ha fatto la campagna elettorale denunciando gli ipotetici sprechi di Veltroni sulla rappresentanza e sugli eventi culturali, è scivolata sul più bieco degli abusi: quello ad uso ‘familiare e privato’ dei luoghi che purtroppo sono inibiti a tutti gli altri cittadini romani, figli compresi. De Lillo – conclude la Cirinnà – chieda scusa alle migliaia di bambini e genitori romani che, alle prese col carovita, festeggiano a scuola o a casa, facendo trionfare l’affetto sullo sfarzo e l’abuso di ufficio”.


Chiedo a Salvini: Quando le stelle gialle sui negozi?

Nella sua spasmodica ricerca della sparata quotidiana il ministro Salvini...

Cirinnà: Fatta finalmente giustizia su caso del piccolo Joan. Sindaco Perugia chieda scusa

“La sentenza del Tribunale civile di Perugia mette definitivamente fine...

Leave your comment